Roma, Officine delle Arti Pier Paolo Pasolini (laboratorio di alta formazione)

 

Iniziative

OFICINA DELLE ARTI PIER PAOLO PASOLINI

L’innovativo laboratorio di alta formazione apre al pubblico

Viale del Ministero degli Affari Esteri 6 | ROMA

****

L’Officina delle Arti Pier Paolo Pasolini, l’innovativo progetto di alta formazione del teatro, della canzone e del multimediale, sezioni distinte ma interconnesse dirette rispettivamente da Massimo Venturiello, Tosca e Simona Banchi, inaugura la sua nuova residenza a Roma, a due passi dal Ministero della Farnesina. Un cambio di sede che coincide con la volontà – sempre maggiore – di percorrere la rotta che la contraddistingue rispetto ad altre realtà del settore: non solo formazione, ma vero e proprio hub culturale.

Quest’anno – spiega Tosca, coordinatrice della sezione Canzone e anima di questo progetto – Officina Pasolini diventa un luogo ideale per talenti in erba, che trovano una casa che li accoglie, e uno spazio fruibile per il pubblico con concerti e tanti incontri con personalità dello spettacolo come Carmen Consoli, Ambrogio Sparagna, Riccardo Tesi, Niccolò Fabi, moderatore tra l’altro di un interessante appuntamento con alcuni artisti indipendenti: Truppi, Motta, Bianco, Raffaele.

L’Officina delle Arti Pier Paolo Pasolini, che non a caso prende il nome dal grande artista distintosi per la sua vocazione interdisciplinare, nasce tre anni fa con lo scopo di seguirne lo spirito e il percorso: esaltare le singole specificità degli studenti evitando la “formazione in serie”, che troppo spesso caratterizza scuole e talent.

Un progetto che incoraggia l’incontro e lo scambio tra discipline, l’ampliamento degli orizzonti e delle tecniche, il confronto e la collaborazione. Il nome di Pasolini è dunque un omaggio, ma soprattutto un punto di riferimento.

Agli inizi della mia carriera – prosegue la cantante romana – ho avuto la fortuna di vivere l’ultima parte del ‘Cenacolo’, dove noi giovani artisti della RCA potevamo interagire fra noi e con grandi nomi della musica italiana. Del resto lì è nata e cresciuta buona parte della musica italiana, De Gregori, Dalla, Venditti, Fossati, Morricone, Migliacci e tanti altri. La mia idea è quindi quella di creare un luogo libero, lontano da ogni logica mediatica e dove poter dare a giovani artisti la possibilità di coltivare il proprio ‘sacro poco’, citando Pasolini.

Promossa dalla Regione Lazio con il Fondo Sociale Europeo in collaborazione con l’Università degli Studi Roma Tre e il Conservatorio Santa Cecilia, fortemente voluta dal Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e dal Vicepresidente e Assessore alla Formazione Massimiliano Smeriglio, Officina Pasolini accoglie 75 studenti tra i 18 e 35 anni (25 per sezione), selezionati attraverso un bando e una successiva valutazione, per i quali la partecipazione ai corsi è completamente gratuita. Fondi europei sfruttati al meglio per costruire professionalità ben formate. Attraverso lezioni teoriche, esercitazioni pratiche e laboratori sperimentali.

Le attività sono realizzate sotto la guida di un Comitato Tecnico Scientifico con funzione consultiva e di indirizzo per la programmazione didattica e culturale del Laboratorio, presieduto da Franca Valeri e di cui fanno parte a titolo gratuito Ernesto Assante, Franco Battiato, Santuzza Calì, Gino Castaldo, Franz Cattini, Gianni Clementi, Carmen Consoli, Veronica Cruciani, Steve Della Casa, Nicola Fano, Marco Giorgetti, Glauco Mauri, Germano Mazzocchetti, Armando Pugliese, Maria Francesca Quattrone, Andrea Rosi, Alfredo Santoloci, Luciano Sovena, Luca Verdone.

Vista la riuscita del progetto nel 2014/5, da gennaio 2016 il laboratorio di alta formazione è diventato un biennio e ogni sezione conta 1000 ore all’anno di lezioni e laboratori.
Questa singolare officina dei mestieri si avvale di insegnanti altaente qualificati (Fabi, Barbieri, Pugliese, Amoroso sono solo alcuni dei tanti) inseriti da tempo nel settore, in grado di affiancare i ragazzi nel processo di formazione e di produzione, dando loro gli strumenti per diventare sì artisti, ma anche e soprattutto imprenditori di sé stessi.


-Ufficio Stampa e P. R.


Antonella Mucciaccio                               
mob: 347.4862164
mail: amucciaccio@fastwebnet.it

Giulia Di Giovanni – GDGpress
mob: 334.1949036
mail: info@gdgpress.com

Michela Rossetti – GDGpress
mob: 347.9951730
mail: rossetti.michela1@libero.it

Alessandro Gambino – GDGpress
mob: 320.8366055
mail: alessandro@gdgpress.com

Autore: admin

Condividi