Renata MATTINA- Festa del Cinema di Roma. Meryl Stree, ospite d’onore

 

 

Festa del Cinema, Roma



MERYL STREEP OSPITE D’ONORE

Meryl Streep © ANSA © ANSA

La grande attrice voterà per Hilary e sosterrà “Fuocoammare” ali Oscar

****

Voleva fare la soprano, Mary Louise Streep. Poi, fortunatamente, mentre era al college, si è iscritta a un corso di recitazione. Ora sul suo caminetto campeggiano tre Premi Oscar® (vinti per le interpretazioni per Kramer contro KramerLa scelta di SophieThe Iron Lady) e si è guadagnata di diritto lo scettro di Signora del cinema, con il suo impegno per l’arte, l’ironia e l’eleganza che le sono proprie.

Una cinquantina di film al suo attivo in quarant’anni di carriera priva di passi falsi, durante i quali ha interpretato ogni genere di personaggio: dalla timida e delicata Linda neIl cacciatore di Michael Cimino, alla combattiva Joanna Kramer, al fianco di Dustin Hoffman, in Kramer contro Kramer, dalla madre coraggio ossessionata dal rimorso nel toccante La scelta di Sophie, alla casalinga innamorata di Clint Eastwood ne I ponti di Madison County.

Se nella prima parte della sua carriera, Streep ha interpretato soprattutto ruoli drammatici, è dagli anni Ottanta in poi che riesce a far emergere anche la parte più comica del suo talento, interpretando personaggi brillanti in commedie di successo quali La morte ti fa bella, Il diavolo veste Prada,Mamma Mia!. Nell’incontro, Streep parla agli spettatori delle grandi attrici italiane che l’hanno influenzata, Silvana Mangano e Anna Magnani su tutte.

“Certo -aggiunge poi- che sosterrò Fuocoammare di Gianfranco Rosi all’Academy…credo che sia un’opera veramente unica, che ci tocca con tante immagini, come quando vediamo un bambino che viene tirato fuori dalle acque del mare. E poi c’è la storia di questo medico, che in questa piccola isola combatte contro l’orrore del mondo”. Così oggi alla Festa di Roma Meryl Streep parla del film italiano candidato agli Oscar, durante la presentazione del film di Stephen Frears, ‘Florence Foster Jenkins’, passato oggi nella selezione ufficiale e in sala dal 22 dicembre con Lucky Red.

Ma dall’attrice tre volte Premio Oscar anche bellissime parole per l’attrice italiana Alba Rorwacher. A chi le chiede se vede nelle attrici contemporanee un’ erede, indica proprio lei: “La Rorwacher è incredibilmente speciale”. Sul fronte delle presidenziali americane, la Streep ha le idee molto chiare: “Con il suo sessismo, Trump sta facendo un ottimo lavoro contro se stesso, ma tra una ventina di giorni avremo alla presidenza Hillary Clinton. E tutto questa verrà eliminato”.

Autore: admin

Condividi