Franco LA MAGNA- Lo zero assoluto di Beckett (“Finale di partita”, regia E. Gimbo, Teatro Piscator, Catania)

 

Lo spettatore accorto

 


LO ZERO ASSOLUTO DI BECKETT

“Finale di partita” al Teatro Piscator di Catania. Regia di Elio Gimbo

****

Il nulla assoluto, il vuoto, lo “O” ricorrente  nelle frammentarie, misteriose, conversazioni tra Hamm e Clov, i due protagonisti di “Finale di partita”  del celebre autore del celeberrimo “Aspettando Godot”.  La disperata umanità- non umanità, dei personaggi  deborda dal mondo enigmatico, desolato,sgretolato di Samuel Beckett: personaggi distrutti che tuttavia manifestano un disperato bisogno di parola, anche ossessivamente ripetuta, ultimo anelito di vita-non vita.

Hamm urla continuamente il suo richiamo a Clov che risponde quasi senza rispondere in un tempo sospeso, inesistente, mentre dai bidoni della spazzatura in cui vivono i genitori (ripudiati? fustigatai, maltrattati …) di Hamm, emerge il bisogno primordiale (il padre chiede la “pappa”, poi si accontenta di succhiare un biscotto).

Lo “O” del fuori è osservato da Clov, attraverso due alte finestre, con un binocolo, perché Hamm chiede ripetutamente del ‘fuori’ e in un soprassalto di umanità, lui cieco, chiede la luce o un ultimo raggio di sole che non potrà mai vedere (citazione di “Sperduti nel buio”?). Ma fuori la vita è illeggibile, inspiegabile, oscura.

La regia di Gimbo rende il cieco Hamm, paralizzato su una sedia a rotelle, in bilico tra mezzi toni, sussurri, urla e piega Clov nel corpo e in un ghigno continuo che ne stravolge il viso. Solo alla fine, nel momento del commiato (come nella assurda, grottesca ma a tratti umoristica, rappresentazione beckettiana) egli apparirà ritto “panama, giacca di tweed, impermiabile sul braccio, ombrello, valigia.

Vicino alla porta, impassibile, “gli occhi fissi su Hamm”, immobile fino alla fine. Come l’umanità-inumana, cinica e disfatta del grande autore irlandese, desolatamente ricreata dagli ottimi interpreti.

****

“Finale di partita” di Samuel Beckett

Con Antonio Caruso (Hamm), Antonio Starrantino (Clov), Daniele Scalia (Nagg), Sabrina Tellico (Nell). Costumi e assistenza alla regia Donatella Marù.

Regia Elio Gimbo

Autore: admin

Condividi