Cinzia BALDAZZI – La scatola del Mameli (Caffè Letterario e fondi pro- terremotati)

 

Iniziative

 

 

LA SCATOLA DEL MAMELI


 

Musica, poesia e fotografia: gli eventi di settembre al Caffè Letterario “Mameli27” a Roma. Incasso devoluto pro-vittime del sisma.

* * *

La notizia del sisma nel centro Italia, nella notte tra il 23 e il 24 agosto, ha avuto come effetto immediato la mobilitazione di risorse, sia umane che economiche. Ne è stato subito interessato – né avrebbe potuto essere diversamente – anche il mondo associazionistico nel campo della cultura e dello spettacolo, quello dove l’impegno personale e di gruppo, il dispiegarsi della “risorsa umana”, continua ad avere il sopravvento e quasi a sostituire la scarsità di mezzi finanziari.

Due giorni dopo, la sera di venerdì 26, il Caffè Letterario “Mameli27” a Roma, nel quartiere Trastevere, ha ospitato il consueto appuntamento di fine agosto con Carmine Valendino e Roberta Borgianni, editori di Luna Nera: incontro immediatamente virato in direzione di una raccolta fondi a favore delle persone colpite dal terremoto, attraverso la vendita dei volumi di Luna Nera e di quelli, nuovi e usati, esposti negli scaffali del Mameli27.

“Parte del ricavato della vendita di libri e oggettistica”, affermano alla direzione del Mameli27, “sarà messo da parte, momentaneamente, in una scatola, e lì conservato. Per gli eventi a ingresso libero, un euro a consumazione finirà nel salvadanaio del Mameli. Raggiunta una certa cifra, nel mese di ottobre la doneremo attraverso canali riconosciuti”.


La riapertura del 26 agosto ha visto la partecipazione del musicista Marco Patrick Edera, cantautore che raccoglie la stravagante eredità del rock psichedelico: definito più volte, dalla stampa e dal pubblico, una versione italiana di Syd Barrett (colui che fu leader dei Pink Floyd anche se per tre soli, intensissimi anni, dal ’65 al ’68), Edera ha al suo attivo tre album e partecipazioni musicali con Niccolò Fabi, Eugenio Finardi e Claudio Lolli. “Rivedremo Patrick più volte”, annunciano al Mameli27, “con la sua accattivante capacità teatrale in grado di cantare la frenesia dell’essere, lo smacco della perdita dell’innocenza”.

Da questa stagione, è importante, Patrick Edera diventa anche il nuovo collaboratore alla direzione artistica del Mameli27: “Il 2 ottobre”, informano gli organizzatori, “si terrà il suo primo concerto, per conoscere pubblico e artisti frequentatori del locale”. L’apporto di Edera non si limiterà al piano musicale ma potrà coinvolgere anche percorsi di crescita personale e artistica, sulla traccia della Festa della Conoscenza da lui organizzata annualmente, dove si incontrano e confrontano diverse scuole di pensiero spirituale e filosofico.


La prossima occasione per aggiungere fondi è prevista sabato 10 settembre con “Play the Blues”, jam session open mic dedicata al genere musicale che più di ogni altro ha influenzato la musica moderna. La celebre struttura ripetitiva di dodici battute, con l’uso delle cosiddette blue note, ha fatto del blues il genere musicale più diffuso, con quel suo chiamare-rispondere nota dopo nota e la fase calante che lo contraddistingue, in un dialogo con il pubblico che ne alimenta, se non lo sviluppo, almeno le intenzioni espressive. I precursori sono stati Robert Johnson, Leadbelly, Bessie Smith, la fase matura l’hanno vissuta Ella Fitzgerald, Ray Charles,  Muddy Waters e B.B. King, e la generazione successiva ha proseguito degnamente il cammino con Johnny Winter, Eric Clapton, John Mayall. In Italia, sarebbe ingiusto dimenticare il contributo di Nicola Arigliano e di Pino Daniele.

“Play the Blues” avrà inizio alle 21.00 e si protrarrà fino a notte inoltrata, con “palco aperto” ai partecipanti e chitarra acustica o elettrica. Il “finalone” vedrà i musicisti impegnati sulla base di Fried hockey boogie dei Canned Heat. Al momento, hanno dato adesione i seguenti artisti e gruppi, indicando I brani in scaletta: Questione di prospettiva Duo con You don’t know what love is, Fever, Don’t let me be misunderstood, I heard it through the grapevine; Mario Renna con Mercedes-Benz; Francesco Rinaldi con Sittin’ on top of the world, Pledging my time, Good morning little schoolgirl, Pistol slapper blues


Il giorno successivo, domenica 11 settembre dalle 19.30, l’evento “Dobermann Anthology & Friends” è interamente dedicato alla raccolta fondi con ingresso da 10 euro in donazione. Si tratta di una serata di arte varia, dal canto alla recitazione, dalla poesia al trasformismo, cui prendono parte artisti di differente tipo ed estrazione sotto il coordinamento del cantautore Claudio Golini “Dobermann”.

Claudio Golini, autore degli album Lei è parte di me e È solo per te, ha recentemente prodotto un video con la versione rock di High in the Sky tratta dalla raccolta Tra le tue poesie. Tra le sue più recenti canzoni, Pelle a pelle, È una insolita notte, Voglio vivere con te, Ci siamo cercati (queste ultime due anch’esse oggetto di remaster rock in video).

Accanto a Dobermann, la cantante Nadia Erbolini, la poetessa Lina Boccia, il musicista Marcello Cardillo, il trasformista Pietro Asci. Presentano Ennio Abbondanza e Francesca Maiocchetti. Microfono aperto a chiunque voglia partecipare con poesie e brani propri o di altri autori.


La settimana successiva, sabato 17 settembre, alle 18.30 si inaugura “Volti del cielo”, mostra fotografica personale di Santina Petruccio: presenza consueta al Mameli27, figura di “veggente” dell’attualità la quale, invece di prevedere il non ancora accaduto, legge il passato che anticipa ogni futuro: il presente in atto. “Le multiformi sfumature del cielo”, racconta Santina, “incontrano le più profonde pieghe dell’animo umano, in un dialogo tra “voci” del colore e versi di grandi Poeti in musica. Nei miei scatti cerco di afferrare l’emozione dell’attimo, l’istante unico e irripetibile che cattura e legge l’anima, tra voli, sconfitte, cadute, sogni, incubi, disillusioni, fughe e slanci di libertà”.

A seguire, musica dal vivo con palco aperto, in una jam session aperta a tutti i generi. La mostra è in programma fino al 25 settembre, tutti i giorni, escluso il lunedì, dalle 15 alle 20.

 

Caffè Letterario “Mameli27”

via Goffredo Mameli, 27 – Roma

Tel 328 6103675 – 06 89018978

www.mameli27.com

https://www.facebook.com/mameli27/?fref=ts

Autore: admin

Condividi