Francesco NICOLOSI FAZIO- Una proposta particolare (una legge per la verità)

 

 

Una proposta particolare

 


VERITA’, GIUSTIZIA E LIBERTA’                                                             

Una legge per la verità, bene supremo.

Lettera aperta alle grandi cariche istituzionali italiane

 

Da buon mafioso, da buon ‘politico’,  Provenzano sapeva tutto  ma non ha detto nulla…La classe politica e le istituzoni democratiche, commosse e riconoscenti, posero. (Marco Travaglio\Il fattoquotidiano)

****

“Giustizia e libertà” era il sogno delle brigate partigiane, non comuniste, che auspicavano il trionfo della democrazia in Italia, durante la fase finale della seconda guerra mondiale. Negli anni successivi si scoprì che il binomio era irraggiungibile: le dittature comuniste vantavano la giustizia sociale, ma non garantivano la libertà; le democrazie occidentali miravano alla libertà dell’individuo, non riuscendo a dare la giustizia sociale. Si dava la colpa al muro di Berlino, ma anche dopo il suo crollo i problemi sono rimasti. Sono invece cresciute le dittature capitaliste dove non esiste né giustizia né libertà. Purtroppo invece nel mondo intero quella che è sempre mancata è la Verità.

L’Italia nello scorso secolo è stata una terra di misteri. Misteri sempre irrisolti. Misteri che hanno segnato molto negativamente la nostra storia. Misteri sulle stragi, sui “cadaveri eccellenti”, sulle commistioni della politica con ogni turpitudine. Non sembra interessare più a nessuno la ricerca della “Verità”, come se tale parola, oltre che termine astratto, dovesse pure portare benefici altrettanto astratti. Ma ritengo che la Verità è elemento essenziale sia della Giustizia (ovviamente anche quella giudiziaria) come della stessa Libertà: chi non conosce la Verità non può esercitare alcun diritto democratico. La democrazia non può fondarsi sulla menzogna.

In alcuni paesi dell’America Latina si stanno facendo i conti con un recente passato fatto di enormi violenze, anche in quel continente giunte al livello di vere e proprie stragi. In particolare in propostaColombia, terra di una vera e propria guerra tra opposte fazioni, si è varata una legge specifica per il raggiungimento della Verità: detta legge di “Giustizia e pace”. Con questa legge si stanno svelando finalmente tanti misteri sulle infinite stragi subite da quel martoriato paese.

In Italia le stragi hanno colpito un numero molto più esiguo di cittadini, ma ritengo che la qualità delle stragi, ed il loro valore altamente simbolico, rendono equiparabile il nostro paese a quelli latinoamericani. In fondo qualcuno ha sempre considerato l’Italia una sorta di “Repubblica delle banane”. Forse perchè un altro aspetto che ci unisce all’America Latina è il livello della corruzione. Corruzione in Italia sempre coperta da altri segreti.

In questi giorni si è avuta notizia della riapertura delle indagini sull’omicidio dell’allora Presidente della Regione Siciliana Piersanti Mattarella, fratello del presidente nostro, Sergio. Ma anche per questa vicenda, come per tutti i grandi delitti italiani, quella che si potrà forse raggiungere sarà una “verità giudiziaria”, invece necessita, per noi e per la dignità della nostra nazione, una Verità storica e, scusate il termine, politica. Una Verità che possa aprire tutti i segreti che sono il fondamento malato di oltre cinquanta anni di storia repubblicana, un passato che non potrà mai avere una lucida spiegazione e quindi noi italiani non possiamo credere neanche in un futuro.

La Verità è un bene supremo, è il diritto essenziale per la vita della democrazia. La Verità è la premessa per la Giustizia e la Libertà.

Anche in Italia sarebbe necessaria una legge per sconfiggere i misteri, il titolo di tale legge è già in epigrafe a questo articolo.

Autore: admin

Condividi