Re. Ma. – Taormina Film Fest. Prosegue il Concorso Filmakers in Sicilia

 

Taormina Film Fest

 

PROSEGUE IL CONCORSO FILMAKER IN SICILIA

In competizione,  “Rosalie Blum” e “3000 Nights”

****

Fremono, nella capitale del turismo siciliano, le iniziative del Tao Film Fest. Per il Concorso TAO62, “Rosalie Blum” di Julien Rappeneau, è stata -dalle positive reazioni del pubblico- una scelta ben centrata. Ispirato all’omonimo graphic novel di Camille Jourdy. Il film intreccia le storie di tre personaggi: Rosalie Blum, ex galeotta che si è rifatta una vita, Vincent, parrucchiere che decide di seguirla e Aude, nipote di Rosalie, che segue invece Vincent su richiesta di Rosalie. Commedia degli equivoci in cui tre sconosciuti finiscono per trovare più di un punto in comune.

L’altro film per il Concorso TAO62 è “3000 Nights (3000 layla)” di Mai Masri. Layla è un’insegnante di Nablus, in Cisgiordania, che sta per andare in Canada in cerca di una nuova vita. Arresta per aver aiutato, a sua insaputa, un adolescente sospettato di un attacco a un gruppo di militari, Layla è condannata a 8 anni di prigione e viene trasferita in un carcere femminile di massima sicurezza in Israele, dove deve affrontare l’ostilità delle compagne di cella, ma anche il nascere di una nuova vita.

Per il Concorso Filmmaker in Sicilia è la volta de “I Siciliani” di Francesco Lama.

Al Campus è protagonista “Gomorra – la serie” di cui parlerà al pubblico di giovani e alla stampa Salvatore Esposito il “Genny” Savastano della serie Sky.

Per la sezione Punto Luce “Inferno Mittelbau Dora” di Mary Mirka Milo. Mittelbau Dora è l’ultimo campo di concentramento costruito dai nazisti e il più duro campo di lavoro forzato presente in Germania. Nelle sue gallerie sotterranee i prigionieri lavorano senza sosta alla produzione dei missili V2, le armi segrete progettate da von Braun che, nei piani di Hitler, dovrebbero cambiare le sorti della Seconda Guerra Mondiale. Le eccezionali testimonianze dirette dei sopravvissuti danno vita a un racconto che svela un’incredibile storia sotterranea. I registi saranno presenti in sala sin dall’inizio della proiezione.

Per Pre-visioni – Lavori in corso: “Ritornano i gatti” con Jerry Calà, Franco Oppini, Nini Salerno, Umberto Smaila. Calà, insieme agli amici ritrovati, illustrerà il nuovo progetto di film con il ritorno dei “Gatti del Vicolo Miracoli”.

Tra gli eventi speciali la coraggiosa storia di Giorgia Benusiglio che, nel 1999 all’età di 17 anni, per una mezza pasticca di ecstasy ha sfiorato la morte e che ora porta la propria testimonianza nelle scuole per sensibilizzare i giovani contro l’uso della droga è ripercorsa  in  “Giorgia Vive”, il film documentario di Ambrogio Crespi che sarà presente insieme a Giorgia Benusiglio.

 

Autore: admin

Condividi