Teatro del Canovaccio, Catania- Di nuovo in scena, “Un altro Poe” (Dal 22 al 28 marzo)

 

Cartellone


Teatro del Canovaccio di Catania

 

DI NUOVO “UN ALTRO POE”

A grande richiesta, dal 22 al 28 marzo, torna sul palco del Teatro del Canovaccio “Un altro Poe”, tratto dai racconti del terrore: Il gatto nero, Il cuore rivelatore e Il demone della perversione.

****

Lo spettacolo, scritto e diretto dall’eclettica Eliana Silvia Esposito, ripropone le tematiche care al grande scrittore statunitense, seppur rielaborate e rivisitate dall’originale ed innovativa regista.

E’ la perversione l’irresistibile spinta che conduce spesso gli uomini fino “all’orlo dell’abisso”, portandolo a compiere il male senza alcun ragionevole motivo: questa la tematica dominante dello spettacolo, ove un misterioso ed inquietante personaggio introduce tre storie  le quali narrano la follia, l’ambiguità, le ossessioni di uomini apparentemente comuni che però, dietro la maschera dell’ordinario, nascondono “questa insondabile brama dell’anima di tormentare se stessa, di far violenza alla propria natura, di fare il male per puro amore del male”.

Un lavoro in cui dramma ed ironia si fondono sapientemente, offrendo spazio anche al brivido, a personaggi ambigui ed imprevedibili, alle tante sfumature di quel demone della perversione sempre in agguato nella vita di ognuno di noi e che “ci induce – come scrive lo stesso Allan Poe – a commettere azioni spregevoli solo in quanto sentiamo che non dovremmo commetterle”.

Sulle vibranti ali della poesia, in un’atmosfera cupa e inquietante, con le aguzze armi dell’ironia, attraverso tormentosi pensieri, dialoghi dai ritmi serrati e l’alternarsi di comicità noir e nonsense, Edgar Allan Poe, suo malgrado, sarà ricondotto in scena, sulle tavole del Teatro del Canovaccio. Ma… non aspettatevi proprio Poe, aspettatevi “Un altro Poe”

 


-Ufficio Stampa a cura di Anna Alberti

Autore: admin

Condividi