Franco LA MAGNA- Un Trovatore non troppo ispirato (Al Teatro Massimo Bellini, Catania)

 

Lirica       Lo spettatore accorto



UN TROVATORE NON TROPPO ISPIRATO

al Teatro Bellini di Catania

****

Onorato dal Teatro Massimo Bellini di Catania anche il secondo appuntamento in cartellone della stagione lirica 2016. In scena “Il trovatore”, celeberrima opera di Giuseppe Verdi, libretto di Salvatore Cammarano tratto dal romanzo “El trovador” di Antonio Garcia Gutiérrez, capolavoro verdiano che torna a Catania dopo otto anni di assenza con qualche novità apportata dal regista Renzo Giaccheri. Suddiviso in due soli atti (anziché nei quattro originari) con rapidi cambiamenti di quadri, la prima scena apre con Ferrando (il basso) capo degli armigeri collocato mobilmente in platea anziché nell’accampamento, che chiude intonando la famosa “Abietta zingara” a sipario chiuso tra il pubblico. Esecuzioni canore non tutte allo stesso livello.

Piero Giugliacci (Manrico, in sostituzione del messinese Angelo Villari), tenore di buone qualità vocali, appare qua e la con qualche difficoltà negli acuti (specie nel terzetto finale del primo atto), mentre Dimitra Theodossiou (acclarata soprano di livello internazionale), a confronto dei fasti dell’edizione del 2008 nello stesso Bellini, è sembrata alquanto più spenta deprivando il ruolo dei legati. Alla notevole presenza scenica del baritono Altomare (Il conte di Luna) non corrisponde, purtroppo, altrettanto apprezzabile vocalità.

Pregevole, di contro, la zingara Azucena interpretata da Nidia Palacios. Coro ben sostenuto. La direzione d’orchestra è stata affidata alla giovane Gianna Fratta, già affermata in campo internazionale come pianista e direttore d’orchestra. Un’edizione, se non proprio da dimenticare, certamente non eccellente, per quanto la tragedia verdiana resti comunque una delle opere più note ed amate dal pubblico (ha collaborato Nunzio Barbagallo)

****

“Il Trovatore”, musica di Giuseppe Verdi

Direttore Gianna Fratta; Regia, scene e costumi Renzo Giaccheri; Maestro del Coro Ross Craigmile.  Interpreti: Giuseppe Altomare (Il conte di Luna); Dimitra Theodossiu (Leonora); Nidia Palacios (Azucena); Angelo Villari (Piero Giugliacci); Francesco Palmieri (Ferrando); Valeria Fisichella (Ines); Riccardo Palazzo (Ruiz/Un messo); Alessandro Vargetto (Un vecchio zingaro).

Al Teatro Massimo Bellini di Catania

Autore: admin

Condividi