Franco LA MAGNA- Cinema, Recensioni brevi (“Il piccolo principe”, “Alvin Superstar”)


Cinema   Recensioni brevi


 

DUE FILM RECENTI

 

Caroons natalizi. “Il piccolo principe”, “Alvin Supertar”

****

Un mondo grigio, piatto, triste, programmato, sembra attendere una vispa ma atterrita bimbetta dominata da una madre che tutto pianifica con disumanizzante efficientismo, scandendo al minuto la quotidianità, affinché la figlioletta possa accedere alla prestigiosa Accademia Werth, dove ha già mancato il primo esame. Ma fortuna vuole, a seguito d’un cambio d’abitazione, che la geometrica simmetria del nuovo quartiere, dove madre e figlia si sono trasferite, sia interrotta da una stravagante abitazione dove vive un affabile ed eccentrico vegliardo, ex aviatore, ovviamente inviso dal conformistico vicinato per le sue stramberie.

Dopo una sospettosa fase di ripulsa la piccina s’accosterà al vecchio che, con il racconto d’un piccolo principe d’un altrettanto minuto pianeta perduto negli spazi siderali, le spalencherà le porte d’un mondo fantastico. Tenerissima opera di poesia, riscossa della fantasia e dell’infanzia sul mondo logico e rigoroso degli adulti spesso ingordi o perlopiù ripiegati su vite immaliconite, “Il piccolo principe” ripreso da Mark Osborne (lo stesso regista dell’ormai cult “Kung Fu Panda”), mixa con intelligente inventiva (e concedendosi anche qualche trasgressione narrativa rispetto al racconto, a quanto pare in cima alla classifica mondiale della letteratura francese) varie tecniche d’animazione – computer grafic, stop motion, disegni animati e perfino carta ritagliata – in continua rotazione.

L’edificante ma prevedibile conclusione, con la madre finalmente convertita al rispetto dell’infanzia, restituisce anche al cinereo mondo dell’animazione computerizzata l’arcobaleno di colori che dovrebbe accompagnare la puerizia di tutti i bimbi del mondo. Doppiaggio curato da una notissima pattuglia di attori nazionali per un cartoon destinato a raggiungere un ragguardevole piazzamento al box-office.

****

Rieccoli puntuali (per la quarta volta) i simpatici chipmunk canterini – Alvin, Simon e Theodore – partoriti nel 1958 dalla sbrigliata fantasia di Ross Bagdasarian, in non autorizzata trasferta tra Miami e New Orleans, perché terrorizzati dall’idea che il buon Dave possa sposare Samantha ed così acquisire un terribile fratellastro. Ma dopo esilaranti e catastrofiche avventure, inseguiti da un “marasciallo dell’aria”, puntualmente seminato in modo non esattamente indolore (che però riesce ad impedere loro di volare inserendoli in una lista d’indesiderati), lo scatenato terzetto – pacificatosi con il futuro fratellastro – sarà addirittura adottato dal generoso Dave.

“Alvin superstar-Nessuno ci può fermare” (2015) di Walt Becher, divertente film-musicale con una spumeggiante sequenza di danza, musica e canto nella New Orleans patria rinata del cool jazz, ha tutta l’aria, chiudendo, di voler annunciare un altro sequel. Vedremo i pestiferi Alvin & Co come figli adottivi, legalmente riconosciuti tali, in quinto episodio?

Interpreti: Bella ThorneJason LeeKimberly Williams-PaisleyLaura MaranoTony HaleCarla ShinallJesica Ahlberg Dennise Renae LarsonInder KumarJosh Green A

Autore: admin

Condividi