Teatro Eliseo, Roma- Sino al 24 gennaio, “Sei personaggi…” di Luigi Pirandello. Regia di Gabriele Lavia

 

Teatro Eliseo  Roma


da martedì 5 a domenica 24 gennaio 2016

Gabriele Lavia

in

SEI PERSONAGGI IN CERCA D’ AUTORE

di Luigi Pirandello

regia di Gabriele Lavia

 

Produzione Fondazione Teatro della Toscana

****

Sei personaggi in cerca d’autore è probabilmente il testo di teatro più importante di tutti i tempi – dice Lavia – Esso interroga il fondamento stesso del teatro: la contraddizione e la discordanza tra l’attore e il personaggio e l’impossibilità a fare dei due una sola unità. Ma dice Eraclito: “Da ciò che è più discorde, lo splendido accordo”.

Pirandello scrive la commedia in soli tre giorni, la legge personalmente alla compagnia di Dario Niccodemi, tra lo sconcerto degli attori travolti dall’impeto delle parole e dall’entusiasmo. “Ma nessuno aveva capito niente” racconta lo stesso Niccodemi, e solo i ventuno giorni di prove (tre volte il tempo dedicato all’epoca agli allestimenti delle novità) poterono fare luce, a poco a poco, nell’opera destinata a diventare un capolavoro. Lo sconcerto iniziale diventa vera e propria battaglia al termine della tumultuosa prima romana al Teatro Valle nel maggio del 1921.

Il pubblico mostra rumorosamente, alla fine del terzo atto, in platea, il suo dissenso urlando Manicomio! Manicomio!, soffocando gli applausi convinti e appassionati degli estimatori. Gli spettatori indignati attendono in strada lo stesso autore, che si allontana dall’uscita degli attori nel cosiddetto ‘vicolo dei gatti morti’, per lanciargli insulti e monetine. Qualche mese dopo a Milano i Sei personaggi applauditi senza riserve iniziano il cammino che li porterà a diventare un successo internazionale anche a Parigi, Londra e New York.

Nonostante questo i Personaggi continuano a reclamare riscritture e revisioni all’autore che ne definisce la composizione nell’edizione del 1925, la completa con una storica prefazione e la dirige al suo nuovo debutto.

 

– Ufficio Stampa a cura di Maria L. Maffei e Antonella Mucciaccio

Autore: admin

Condividi