Londra: una mostra sui Rolling Stones (primavera 2016)

Exhibitionism, una mostra per i Rolling Stones.

Londra, Saatchi Gallery.

Dal 5 aprile al 16 settembre 2016.

………………………………………………….


 

Se vi siete mai chiesti che cosa voglia dire “soddisfazione”, cioè “l’adeguazione piena nella misura a una nostra richiesta”, da mezzo secolo a oggi i Rolling Stones, in particolare Mick Jagger e Keith Richards, autori del celebre brano (I Can’t Get No) Satisfaction, non hanno certo aiutato a comprenderlo.

Per tentare di scoprirlo, dal 5 aprile 2016 si potrà andare a Londra, dove la Saatchi Gallery allestirà la mostra Exhibitionism, in programma fino a settembre. Tre anni di lavoro, quattro milioni e mezzo di Euro, chitarre storiche, filmati, abiti, diari, opere di artisti che con loro hanno collaborato, da Warhol a McQueen, da Stoppard a Scorsese.

Nel frattempo, in Italia, possiamo documentarci con l’intera discografia della band, che a cadenza settimanale è disponibile in edicola con tutti i CD contenenti gli album da studio a prezzo promozionale: da Beggar’s Banquet a Exile on Main St., da Let it Bleed a Voodoo Lounge.

Ma che ci fa Mick Jagger, nelle vesti diaboliche in Sympathy for the Devil, o in quelle anarchicamente pacifiste di Gimme Shelter, in una mostra commemorativa? Non credo abbia deciso di consumarsi nella memoria di quello che è stato: “Non sarà come camminare in un museo”, ha commentato. Per gli Stones c’è un passato che non si è mai riconosciuto, perché il passato ha anticipato sempre il presente, del tutto indifferenti, gli Stones, di fronte alla possibilità effettiva di comprendere il messaggio da parte del pubblico. Neanche a parlarne per la platea non anglofona: ma non cambia di molto anche potendolo accogliere nella loro lingua madre.

Nel futuro cronologico del gruppo, infatti, appare un possibile tour a Cuba, la serie televisiva Vynil per il canale Hbo con Martin Scorsese, un altro disco con studio di registrazione già prenotato. Dopo aver pubblicato pochi mesi fa Crosseyed Heart, terzo album da solista, Keith Richards ha recentemente dichiarato, rivolgendosi a Mick. “I suoi album solisti non dicono nulla”. L’esperto Marco Molendini ha commentato: “Meglio che faccia il Rolling Stone”.


Autore: admin

Condividi