Teatro Argentina di Roma- Dal 21 novembre, “Mediterranea football club”, diretto da Gigi Palla

 

Cartellone

 

Dal 21 novembre al 20 dicembre al Teatro Argentina di Roma

gioco e sport insieme per capire l’importanza del vivere e mangiare sano con

MEDITERRANEA FOODBALL CLUB

di Gigi Palla, Nicola Sapio e Gianfranco Teodoro

regia Gigi Palla

con Paola Camposarcone, Matteo Francomano e Francesco Mistichelli

assistente alla regia e video maker Sebastiano Bianco

Produzione Teatro di Roma

****

Dal 21 novembre al 20 dicembre al Teatro Argentina di Roma gioco e sport si incontrano sul palcoscenico per capire insieme l’importanza della corretta alimentazione con MEDITERRANEA FOODBALL CLUB. Uno spettacolo dedicato al pubblico dei ragazzi, delle famiglie e al mondo della scuola, per un mix tra narrazione, gioco, video, musica, interazione e interattività.

Scritto da Gigi Palla, che ne cura anche la regia, Nicola Sapio e Gianfranco Teodoro, con protagonisti Paola Camposarcone (nel ruolo della mamma di Ago), Matteo Francomano e Francesco Mistichelli (rispettivamente nel ruolo di Ciccio e Ago), lo spettacolo rientra nelle nuove produzioni del Teatro di Roma che compongono il segmento di Stagione IL TEATRO FA GRANDE, l’articolato programma di spettacoli e progetti per spettatori da 0 a 99 anni.

Protagonisti d’eccezione sono i bambini che vengono coinvolti durante lo spettacolo, partecipando in modo interattivo e imparando il concetto del “mangiare bene e vivere sano” in maniera semplice e divertente. In scena incontriamo Ago, brillante adolescente ma dal comportamento alimentare a rischio, a cui è stato regalato un nuovo videogioco intitolato FoodBall. Questo videogioco è una specie di fantasy sul calcio, dove i giocatori non sono personaggi reali ma alimenti. Durante una partita col suo amico Ciccio Pomodoro, adolescente obeso e sedentario, a causa di un corto circuito, quest’ultimo viene risucchiato nel gioco, trovandosi trasformato nell’omonimo ortaggio e vedendosi inserito come elemento di punta nella squadra della Mediterranea FB Club. La mamma di Ago, esperta di alimentazione, tenta in tutti in modi di convincere il figlio e l’amico a seguire i dettami del mangiare sano, ma rimane inascoltata fino a quando anch’essa verrà risucchiata dal video-game e riceverà il compito di costruire la migliore squadra di foodball seguendo lo schema di gioco vincente, quello a Piramide, tipico della dieta mediterranea. Prende il via così il campionato e la Mediterranea dovrà affrontare i temibili avversari della AS Cibo Spazzatura. Su Ago, protagonista del gioco, ricadrà la responsabilità di riuscire a vincere la finale e riportare la mamma e il suo amico Ciccio alla realtà. Vi riuscirà solo dopo aver compreso l’importanza della corretta alimentazione e del vivere sano e per fare questo servirà il contributo dei bambini in platea che saranno chiamati a “scendere in campo” e partecipare alla partita di FoodBall e far vincere la mitica Mediterranea FB Club, squadra che nel 2013 vinse la prestigiosa coppa Unesco.

MEDITERRANEA FOODBALL CLUB è uno spettacolo che vuole trasmettere ai bambini dai 4 ai 10 anni, ma anche ad un pubblico più eterogeneo,  il concetto del “mangiare e vivere sano” in modo coinvolgente e profondo. Lo spettacolo si inserisce nel format “Foodball”, un progetto ideato da Nicola Sapio, che utilizza l’edutainment e la gamification per sviluppare prodotti digitali per condurre i bambini ed i ragazzi alla scoperta degli aspetti analogici della vita all’aria aperta: la campagna, i prodotti agro-alimentari, l’orto, la socialità dello sport. Lo spettacolo per bambini è il cuore pulsante del progetto, ma contemporaneamente si svilupperanno altri canali del format: l’app e il sito web “fanta foodball” e il laboratorio didattico interattivo “Il gioco del foodball”. Inoltre il format, con accordi e partnership con società professioniste di settore, intende continuare il suo sviluppo anche  attraverso altri media come progetti editoriali (libro pop up, manuale) e multimediali (dvd, docufiction) serie e programma TV, cartone animato, giochi tradizionali (da tavolo, album di figurine, cards) e videogame. È possibile approfondire le tematiche affrontate e continuare a giocare a “Foodball” sul portale www.foodball.org.

 

– Ufficio Stampa a cura Amelia Realino

Autore: admin

Condividi