Mostra del Cinema di Venezia -Leone d’oro al venezuelano “Desda allà” di Lorenzo Vigas. V. Golino e F.Luchini, migliori interpreti

 

 

Vincitori e vinti

 

IL VENEZUELANO “DESDA ALLA'” LEONE D’ORO A VENEZIA

Venezia 2015: ecco i vincitori. Il Leone d’Oro va a Desde allá, film di Lorenzo Vigas

 

Valeria Golino migliore attrice, Fabrice Luchini migliore attore

****

Come da copione, anche questa 72ma edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia consegna alla sua storia un palmarès di vincitori (e vinti) che ha già iniziato a fomentare accordi, disaccordi, contrastanti pareri di ogni ordine e grado.  Per i film che avranno la fortuna di trovare presto distribuzione inizia adesso la vera competizione: responso di botteghino, vendite all’estero, ‘diritti di emittenza’ per le televisioni interessate (e in grado di spendere)

Il Festival di quest’anno non ha comunque lesinato i suoi gossip, le  anteprime mondiali (di opere non competizione) , ma, soprattutto, è stato caratterizzato dalla scelta di lungo e medio metraggi ispirati a ‘storie vere’ ad una sorta di vita ‘in presa diretta’ o elaborata dal filtro emozionale di memoria, disinganno, fragili speranze  Indubbio specchio dei tempi in corso

Segnaliamo l’assegnazione del    Leone d’Oro alla Carriera Bertrand Tavernier, regista francese e presidente de Institut Louis-Lumière di Lione, dopo la proiezione di uno dei suoi capolavori, La et rien d’autre. Ed anche il Premio Jaeger-LeCoultre Glory to the FilmmakerBrian De Palma e il Persol Tribute To Visionary Talent AwardJonathan Demme.

La giuria della sezione ufficiale, presieduta dal regista messicano Alfonso Cuarón, ha attribuito il Leone d’oroDesde allá (fotogramma in alto), film del venezuelano Lorenzo Vigas e il Leone d’Argento a El Clan di Pablo Trapero. Cinema italiano premiato con la Coppa Volpi di Valeria Golino per la sua interpretazione in Per Amor Vostro di Giuseppe Gaudino.

Di  seguito tutti gli altri vincitori:

Miglior documentario sul cinema (Venezia Classici)
The 1000 Eyes of Dr Maddin di Yves Montmayeur

Miglior classico restaurato (Venezia Classici)
Salò o Le 120 Giornate di Sodoma di Pier Paolo Pasolini

Leone del Futuro – Miglior Opera Prima Luigi de Laurentis
The Childhood of a Leader di Brady Corbet

Premio Miglior Cortometraggio (sezione Orizzonti)
Belladonna di Dubravka Turić

Premio Speciale Miglior Interpretazione (sezione Orizzonti)
Dominique Leborne in Tempête di Samuel Collardey

Premio Speciale della Giuria (sezione Orizzonti)
Boi Neon (Neon Bull) di Gabriel Mascaro

Miglior Regia (Nuovi Orizzonti)
Brady Corbet per The Childhood of a Leader

Miglior Film (Nuovi Orizzonti)
Free in Deed di Jake Mahaffy

Premio Speciale della Giuria Venezia 72
Abluka (Frenzy) di Emin Harper

Premio Miglior Sceneggiatura
L’hermine di Christian Vincent

Premio Marcello Mastroianni a un giovane attore emergente
Abraham Attah in Beasts of No Nation di Kary Fukunaga

Coppa Volpi per la miglior interpretazione femminile
Valeria Golino in Per Amor Vostro di Giuseppe Gaudino

Coppa Volpi per la miglior interpretazione maschile
Fabrice Luchini in L’hermine di Christian Vincent

Gran Premio della Giuria
Anomalisa di Charlie Kauffman, Duke Johnson

Leone d’Argento alla Migliore Regia
El clan di Pablo Trapero

Leone d’Oro al Miglior Film
Desde allá (From Afar) di Lorenzo Vigas

Autore: admin

Condividi