Teatro dei Conciatori, Roma- Dal 2 al 7 giugno, “Il morso” di G. Convertiti e A. Amori

 

Teatro dei Conciatori- Roma

2 | 7 giugno 2015

IL MORSO

Uno spettacolo scritto da

Giuseppe Convertini

Alessandro Amori

con

Daniele Tammurello

M.Antonietta Pagliara

e la partecipazione video della

Compagnia Laboratorio “Il Sud in Movimento”

Regia di

Giuseppe Convertini

****

Sarà in scena al Teatro dei Conciatori di Roma dal 2 al 7 giugno 2015, Il Morso uno spettacolo scritto da Giuseppe Convertini e Alessandro Amori. In scena: Daniele Tammurello e la partecipazione video della Compagnia Laboratorio “Il Sud in Movimento”. Regia di Giuseppe Convertini.

Il protagonista della nostra storia è un uomo razionale e calcolatore che riesce a dare una spiegazione logica ad ogni cosa che accade. Vive con difficoltà l’espressione delle proprie emozioni e tende a tenere tutto dentro. La scena si apre sul luogo di un’aggressione. Per terra giace il corpo di una donna dilaniata da un morso.

 

Note di regia

Che cosa si nascondeva dietro al “morso della taranta”?

Dai racconti di mio nonno, che suonava la fisarmonica nei riti di guarigione, ho intuito che si nascondeva una menzogna.

La menzogna di persone che hanno mentito per secoli a se stesse e al mondo intero, chiamando “taranta” una taranta che non c’è, e chiamando “morso” un morso che non è.

Una ricerca più approfondita mi ha poi portato alla lettura del romanzo “Rosso Taranta” di Angelo Morino.

Questo romanzo mi ha confermato che si intendeva chiamare taranta o morso,  tutto ciò che non era nominabile.

Meglio essere morsi dalla taranta, giustificato da una condizione socio-culturale, che ipotizzare una possibile repressione.

“Abitiamo nella menzogna e la verità è costretta a celarsi.

Quando questa verità troppo compressa, finisce per emergere alla luce, lo fa nella modalità dell’esplosione.”

Giuseppe Convertini

Sede del Teatro – Via dei Conciatori, 5 – 00154 ROMA

Tel. 06.45448982 – 06.45470031 – info@teatrodeiconciatori.it     Ufficio Stampa a cura di Maya Amenduni

Autore: admin

Condividi