Monica SCHIRRU- La memoria. Per Nuccio Messina

 

La memoria


PER NUCCIO MESSINA

  • Risultati immagini per nuccio messina

Ci lascia anche Nuccio Messina (85 anni), la cui scomparsa è stata ingiustamente offuscata dal quasi contemporaneo fine-vita di Luca Ronconi.

****

Nuccio (Sebastiano) Messina, indole combattiva, genialità intraprendente, era stato tra i fondatori del Teatro Stabile di Torino, figura rilevante dello spettacolo italiano. Nato a Torino l’11 dicembre 1929, Messina  partecipò alla fondazione del Teatro Stabile di Torino nel 1955 come collaboratore del primo direttore Nico Pepe. In seguito partecipò all’avventura del Teatro Popolare Italiano di Vittorio Gassman insieme  a Giuseppe Erba, grande impresario torinese. Per le celebrazioni del centenario di Italia61 fece parte della commissione che allestì uno straordinario programma di spettacoli internazionali.

Tornato allo Stabile di Torino nel 1964 come direttore organizzativo e amministrativo al fianco del regista Gianfranco De Bosio, nel 1968, alle dimissioni di quest’ultimo, divenne membro della direzione collegiale che resse il teatro torinese per un triennio. Fu direttore organizzativo prima con Franco Enriquez e dal 1972 con Aldo Trionfo. Con cui fondò il  Centro Studi del Teatro Stabile di Torino (che già nel 1956, quando lavorava a fianco di Nico Pepe, ebbe l’idea di creare):  un centro di documentazione permanente, delegato a raccogliere non solo il materiale dello Stabile di Torino ma carteggi, libri, locandine e manifesti di altri teatri nazionali ed internazionali.  Questo  progetto fu portato a termine nei primi mesi del 1973 e inaugurato ufficialmente il 4 febbraio dell’anno successivo.  Solo un mese dopo la sua apertura al pubblico Messina rassegnò le dimissioni per contrasti con la politica del tempo (Rimase sempre attivo sostenitore dell’istituto culturale torinese al quale, all’inizio del 2012, donò tutti i suoi libri e le sue carte di teatro che ne costituiscono il “Fondo Nuccio Messina”).

Lasciò l’incarico a Torino nel 1974, diventando poi direttore dello Stabile Friuli Venezia Giulia e successivamente di Veneto Teatro.

Lasciò  l’incarico a Torino nel 1974, diventando poi direttore dello Stabile Friuli Venezia Giulia e successivamente di Veneto Teatro.

Nel 1993 fondò a Roma il mensile di teatro e spettacolo “Primafila” che diresse fino al 2004, dando poi vita per due annate al nuovo periodico (cartaceo, ed. Gangemi) “Inscena”, di cui il nostro giornale è diretto erede.

 

ps  Nei prossimi giorni l’amico e collega scomparso sarà ricordato anche da Angelo Pizzuto

Autore: admin

Condividi