Maria LOMBARDO- Universo Grimm (“Into the Wood”, un film di Rob Marshall)



Il  mestiere del critico*


UNIVERSO GRIMM

IntoTheWoods-film.png

****

Ispirato almusical di Sondheim e Lapineallestito per la scena diBroadway dove debuttò nel 1987,vincitore di diversi Tony Award , “Into the Woods”diretto da Rob Marshall ha sceneggiatura, musiche e testi degli stessi autori teatrali che intrecciano “Cappuccetto Rossodi Perrault, “Cenerentola” e“Rapunzel”dei Grimm e “Jack e la pianta di fagioli“ (fiaba popolare inglese).

Le vicende capovolgono l’happy endche arriva (ma non è end) per portare poi in primo piano temi seri come le conseguenze dei propri desideri, il rapporto genitori-figli, l’avidità, l’ambizione, l’amore incondizionato e il potere dell’animo umano. Un fatto imprevisto rimette tutto in discussione e spinge i protagonisti ad aiutarsi reciprocamente invece di ingannarsi.

Il bosco èluogo di misteri e incantesimi. Cappuccetto Rosso incontra il Lupo (divertentissimo Johnny Depp), Cenerentola fugge da sorellastre e matrigna che non voglionoportarla al ballo, Jack va al mercato a vendere la mucca, il fornaio e sua moglie cercanoquanto chiesto dalla Strega (strepitosa Meryl Streep) che tiene prigioniera Rapunzel. Ci sono due bei principi (uno per Cenerentola e uno per Rapunzel). L’ambientazione è magica, la fotografia stupenda: fasci di luce fra rami maestosi, laghetti e pantani, radici e tronchi giganteschi (uno dei quali è la casa della nonna di Cappuccetto Rosso), una luna gigante, castelli…incantati, cavalli bianchi.  Le storie s’incastrano, finalizzate a realizzare la fine dell’incantesimo della Strega (il figlio che non arriva alla moglie del fornaio). Così una scarpetta vale l’amore, una mucca vale cinque fagioli magici… Un modo di vendersi l’anima con scelte vicine a noi del terzo millennio pur di avere bellezza, ricchezza, amore, figli che non arrivano per vie naturali.  C’è qualche leggera defaillance: Cappuccetto Rosso per esempio la perdiamo di vista per ritrovarla alla fine. Ma, nella magia della musica e delle virtù canore degli interpreti (quelle della Streep sono note), nella sorpresa del ritornare indietro quando la storia sembra conclusa sta il fascino di quest’operazione divertente per adulti e per ragazzi.(*lasicilia 3.4.2015)

Autore: admin

Condividi