Redazionale- La scomparsa di Nuccio Messina (che ci ha colto impreparati)


Dorme sulla collina



NUCCIO MESSINA

  • Risultati immagini per nuccio messina

Giornalista, impresario, operatore culturale

***

Ci ha colto in contropiede (sapeva farlo, Nuccio), anche se sapevamo-e rispettavamo- quel distacco caparbio ed orgoglioso che aveva impresso ai suoi tre ultimi anni di vita: l’assenza a noi ‘presentissima’ di un uomo e intellettuale che aveva fatto del vigore post.giovanile la ragione imprescindibile della sua terza età. Nei giorni in cui Inscenaonline non era ‘in servizio’ per cauise di aggiornamento tecnico (esondazione dal volume di traffico telematico ed acquisto di nuove ‘frontiere’), moriva dunque a Torino l’amico, collega e co-fondatore Nuccio Messina. Aveva 85  anni e da tempo soffriva di disturdi cardiaci. In attesa di ricordarlo degnamente a fine marzo, ad un mese dalla scomparsa (lo faranno Angelo Pizzuto e Monica Schirru), proponiamo l’articolo con cui il quotidianio “La Stampa” ha dato il triste annuncio.


“Addio a Nuccio Messina, sessant’anni fa fondò lo Stabile di Torino
A pochi giorni dalla morte di Luca Ronconi è morto un altro grande uomo di teatro, per anni direttore dello Stabile di Torino, Nuccio Messina. Lo rende noto lo stesso teatro torinese, che proprio ieri ha ottenuto la qualifica di Teatro nazionale.
Nato a Torino nel 1929, Messina ha contribuito alla fondazione, nel 1955, dello Stabile torinese. Grande organizzatore e impresario, prese parte all’avventura del Teatro Popolare Italiano di Vittorio Gassman. Per le celebrazioni di Italia ’61 allestì uno straordinario programma di spettacoli internazionali. Suo anche il merito della creazione del Centro studi dello Stabile: già nel 1956, quando lavorava a fianco di Nico Pepe, ebbe l’idea di creare un centro di documentazione   permanente, delegato a raccogliere non solo il materiale dello Stabile di Torino ma carteggi, libri, locandine e manifesti di altri teatri nazionali ed internazionali. Al suo rientro, nel 1964, il neodirettore riprende il suo vecchio progetto, portandolo a termine nei primi mesi del 1973. Il Centro viene inaugurato ufficialmente il 4 febbraio dell’anno successivo, ma solo un mese dopo la sua apertura al pubblico Messina rassegnò le dimissioni per contrasti con la politica del tempo. Nel 1997 aveva fondato il mensile PrimaFila trasformatsi poi -nel 2005- nel giornale telematico Inscenaonline”

 

 

 


Autore: admin

Condividi