Teatro Brancaccio, Roma- Sino al 14 febbraio, “Rapunzel”, un musical con Lorella Cuccarini, regia M. Colombi

 

Cartellone

 

Teatro  Brancaccio Roma

 

Luigi e Alessandro Longobardipresentano

LORELLA CUCCARINI

è madre Gothel

in RAPUNZEL

il Musical

liberamente tratto dalla fiaba dei fratelli Grimm. Con ALESSANDRA FERRARI GIULIO CORSO

musiche originali di Magnabosco, Procacci, Barillari

scene ALESSANDRO CHITI   costumi FRANCESCA GROSSI disegno luci ALESSANDRO VELLETRANI

uono MAURIZIO CAPITINI    effetti di magia ERIX LOGAN    effetti speciali aerei MAX MARTINELLI

direzione musicale e arrangiamenti DAVIDE MAGNABOSCO    coreografie RITA PIVANO

video- maker e social media  dello spettacolo CLAUDIA FRITTELLONI    Regia MAURIZIO COLOMBI

Repliche sino al 14 febbraio

****

 

Grande ritorno in teatro di LORELLA CUCCARINI che interpreta un ruolo per lei decisamente inconsueto:  Madre Gothel, la cattiva matrigna della fiaba dei fratelli Grimm, RAPUNZEL. Un’emozionante storia alla base di un Musical  coinvolgente, che segna l’inizio di una sfida produttiva e creativa per Alessandro Longobardi, direttore artistico del Teatro Brancaccio e del regista e ideatore di Rapunzel Il Musical  Maurizio Colombi, noto per il grande successo ottenuto con il musical Peter Pan.

Accanto a Lorella, nel ruolo di Rapunzel, Alessandra Ferrari, reduce dai successi di Notre Dame de Paris e Romeo e Giulietta e nel ruolo di Phil, il ladro scanzonato, Giulio Corso che ha esordito nei cinema con  Walking on Sunshine.

Insieme a loro un cast di venti performers fra ballerini, acrobati, cantanti e attori selezionati nei provini che hanno visto partecipare oltre 1200 artisti.

I movimenti e le coreografie sono stati curati da Rita Pivano, attivissima da anni in varie produzioni per il teatro e la televisione.

Le musiche originali sono state composte da Davide Magnabosco, Alex Procacci e Paolo Barillari. Tre autori caratterizzati da stili differenti: Magnabosco classico e sinfonico, Procacci più moderno e vocalmente all’avanguardia e Barillari più pop, folk. L’unione di questi stili musicali diversi tra loro si amalgama perfettamente, creando situazioni emozionali in simbiosi con i personaggi, le scene e i costumi. Magnabosco è anche il direttore musicale ed è presente in palcoscenico alle tastiere, realizzando rumori e sottofondi, per dare un effetto cinematografico ed un ritmo alla recitazione in stile cartoon, nel rispetto dell canone registico di Colombi.

I testi delle canzoni sono stati scritti da Maurizio Colombi, Giulio Nannini e Federico Del Vecchio.

Una scenografia imponente e dal grande impatto visivo, progettata dall’estroso Alessandro Chiti, corona questo spettacolo. L’impianto scenico mostra sedici quadri in continuo movimento, grazie al lavoro di uno esperto staff di tecnici; il tutto è stato valorizzato da un suggestivo disegno luci di Alessandro Velletrani, dagli accurati costumi di Francesca Grossi e dal sound design di Maurizio Capitini.

Le ambientazioni richiamano in chiave moderna la fiaba classica, con l’inserto di alcuni video in stile cartoon che giocano tra un cambio di scena e l’altro, con i personaggi reali, tra i quali spiccano le caratterizzazioni dei due fiori parlanti Rosa e Spina, la guardia reale Segugio e lo specchio parlante Spiegel e tutti i briganti.

Una serie di effetti speciali, realizzati da Erix Logan e Max Martinelli, arricchiranno lo spettacolo.

La direzione di produzione è curata da Carlo Buttò.

 

-Ufficio Stampa a cura di Silvia Siognorelli

Autore: admin

Condividi