Franco LA MAGNA- A lezione da Gogol (“L’ispettore generale” di scena allo Stabile di Catania)

Teatro    Lo  spettatore accorto

A LEZIONE DA GOGOL



Lo spettacolo prodotto dallo Stabile umbro,



Lo spettacolo prodotto dallo Stabile umbro,



Lo spettacolo prodotto dallo Stabile umbro,



Lo spettacolo prodotto dallo Stabile umbro,

“L’ispettore generale” di scena allo Stabile di Catania nella versione di D.Micheletto

****

Spericolando tra burlesque e grottesco l’eterna satira al vetriolo de “L’ispettore generale”,

testo ormai classico scritto da Nikolaj Gogol nel 1836, torna sulle scene coprodotto dal Teatro

Stabile del Veneto e dell’Umbria ed ora riproposto anche dal Teatro Stabile di Catania per la regia

di Damiano Micheletto. Rinverdita con – un’opportuna attualizzazione temporale – l’infinita

materia della corruzione – Micheletto tratteggia, attraverso la famelica collettività d’uno sperduto

villaggio d’un’immensa Russia atemporale, un’umanità fradicia fino alla collottola, ormai perduta,

irredimibile, viziosa e corrotta, ubriaca di vodka e denaro sporco, nella quale forse l’unico

baluginio è rappresentato dalla giovane Mar’ja Antonovna, spettatrice attonita d’uno sfacelo

morale al quale non vuole assimilarsi. E sarà proprio Mar’ja, la figlia del sindaco a capo del

marciume, a “sigillare” materialmente (dopo la baillamme finale, durante la quale si scopre che

l’altrettanto corrotto “ispettore generale” altri non è che un impiegatuccio squattrinato) il fascio

umano di mefitica lordura da destinare al macero. Chiara – e ahimè utopica – metafora liberatoria.

Innumerevoli i film più o meno direttamente ispirati al testo gogoliano.

****

“L’ispettore generale”

di Nikolaj Vasil’evic Gogol’

adattamento drammaturgico

Damiano Michieletto

scene Paolo Fantin

costumi Carla Teti

disegno luci Alessandro

Carletti

regia Damiano Michieletto

con

Alessandro Albertin, Luca

Altavilla, Alberto Fasoli,

Emanuele Fortunati, Michele

Maccagno, Fabrizio Matteini,

Eleonora Panizzo, Silvia

Paoli, Pietro Pilla, Giacomo

Rossetto, Stefano Scandaletti

Autore: admin

Condividi