Dormono sulla collina- Manuel De Sica, Giuseppe Mango, musicisti

 

Dormono sulla collina



MANUEL DE SICA, GUISEPPE MANGO

Musicisti

****

E’ morto nei giorni scorsi  a Roma  il compositore Manuel De Sica, figlio di Vittorio e Maria Mercader, fratello di Christian e Emi. Era nato a Roma nel febbraio del 1949. Compositore dell’età di vent’anni, dopo aver studiato presso il Conservatorio di Santa Cecilia, De Sica si era dedicato soprattutto alla composizione di colonne sonore per il cinema. L’esordio è datato 1968, anno in cui firma le musiche del film Amanti, diretto da suo padre Vittorio. Successivamente ha composto le colonne sonore di pellicole di successo come Cose di cosa nostra di Steno, Io non vedo, tu non parli, lui non sente di Mario Camerini e di altri tre film di suo padre: Il giardino dei Finzi Contini, Lo chiameremo Andrea e Il viaggio .
Proprio con II Giardino dei Finzi Contini De Sica nel 1971 ha ottenuto la nomination all’Oscar. Si è poi aggiudicato il Globo d’oro per Ladri di saponette di Maurizio Nichetti, il Nastro d’argento per Al lupo, al lupo di Carlo Verdone e il David di Donatello per Celluloide di Carlo Lizzani. Ha composto anche musica sinfonica e di musica da camera con sonate per arpa, per clarinetto, e altri strumenti solisti.

_____

Il cantautore Giuseppe Mango è morto ieri, stroncato da un infarto, durante il concerto che stava tenendo al Pala Ercole di Policoro, in provincia di Matera. L’artista, che aveva compiuto 60 anni il 6 novembre scorso, è stato soccorso e trasportato in ospedale, dove è giunto privo di vita.
La salma di Mango è nell’ospedale di Policoro, dove sono giunti anche i suoi parenti, non soltanto da Lagonegro (Potenza), dove l’artista era nato il 6 novembre 1954. Il malore ha colpito Mango mentre stava cantando Oro, uno dei suoi brani più famosi, che era diventato anche la colonna sonora di uno spot pubblicitario altrettanto noto al grande pubblico. “Scusate, non mi sento bene” ha detto al microfono prima di essere soccorso e portato nel retropalco.
A dare la notizia ufficiale della morte è stato  il suo staff sulla sua pagina Facebook scrivendo: “La nostra rondine è volata via nel cielo sbagliato… Pino resterai sempre nel nostro cuore perché come cantavi qualche anno fa ‘Non moriremo mai, il senso è tutto qui’. Ci uniamo al dolore della famiglia”. Così, parafrasando la sua canzone di successo La rondine, ricordano il cantante.

Autore: admin

Condividi