Franco LA MAGNA- Una spy-story con finale a sorpresa (“La spia”, un film di Anton Corijn. Ultima performance di P.Seymour Hoffman)


Cinema     Recensioni brevi



UNA SPY-STORY CON FINALE A SORPRESA

La Spia – A most wanted man (2014) di Anton Corbijn.

****

Intricata spy-story sul terrorismo islamico ad Amburgo. I dissidi tra servizi segreti (americani sempre in prima linea) sulla gestione d’un ceceno-diadista – erede d’una colossale fortuna “sporca” lasciatagli dal padre e tampinato in ogni mossa da uno stuolo intero di spie – al centro d’una aggrovigliata vicenda che qua e la non è esente da ingenuità narrative. Personaggio pittoresco (e tutto sommato convenzionale) la bella avvocatessa di sinistra in jeans e bicicletta, di buona famiglia borghese, votata alla causa del giovane ceceno (dapprincipio mostrato come l’orco cattivo e poi rivelatosi portatore d’una superiore moralità).

L’epilogo a sorpresa vale tutto il film e getta un fascio d’ombre sinistre sull’azione dei servizi segreti atta a “rendere il mondo più sicuro”. Ultima, come sempre misurata e magistrale interpretazione di Philip Seymour Hoffman (qui nei panni di capo d’un attrezzatissimo manipolo d’agenti segreti, alla sua ultima interpretazione, prima della tragica fine).

Tratto dal romanzo di John Le Carré, una vera chicca per chi ama il genere spionistico. Qualche carenza sul piano della tensione. Ma anche questo “freddo” avanzare della vicenda, senza clamorosi colpi di scena (se se ne esclude, appunto, la chiusa) appare una ragionata scelta stilistica che restituisce al racconto un surplus realistico, spesso trascurato dal genere spionistico.                                                                                                                                      Interpreti: Rachel McAdamsRobin WrightDaniel BrühlPhilip Seymour HoffmanWillem DafoeGrigoriy DobryginNina HossMartin WuttkeRainer BockVicky Krieps Kostja UllmannHomayoun Ershadi Anno: 2014

Autore: admin

Condividi