Vincenzo SANFILIPPO- Pallonate roventi, in salsa esotica (F.Oppini e R.Giordano in “Un Singapore Sling”.Roma, Teatro Tordinona)

 

Teatro   Lo spettatore accorto



PALLONATE ROVENTI, IN SALSA ESOTICA

UN SINGAPORE SLING Oppini Giordano Foto di scena

 

“Un Singapore Sling” di Renato Giordano –  Interpretazione e regia di Renato Giordano e Franco Oppini   -Teatro Tordinona. In anteprima nazionale è stato presentato all’interno del Festival della Drammaturgia italiana “Schegge d’Autore”, 2014.

****

Uno spettacolo che può essere definito  pulp comics, attraverso due personaggi re-inventati che con divertito disincanto ci aiutano a capire lo scandalo del calcio-scommesse. Renato Giordano e Franco Oppini portano l’attenzione della platea direttamente al centro dell’azione, alla scoperta dei taccheggiatori impegnati  a truccare il prossimo match. Il lavoro è ispirato alle recenti cronache di una gang internazionale che negli ultimi anni ha manovrato e corrotto arbitri e giocatori per fissare i risultati di centinaia di partite di calcio in tutto il mondo, guadagnando illecitamente milioni e milioni di euro, attraverso le scommesse truccate. Nel frattempo sono diventati protagonisti dell’immenso meccanismo multimiliardario che ha messo in ginocchio il calcio moderno. E’ a Singapore  che nel giro di pochi anni i boss di quella società gestiscono il mondo del calcio in un unico granitico blocco di potere, formando un macrosistema lobbistico e impadronendosi di tutto il settore internazionale: squadre, marchi, marketing e sponsorship, stadi, leve finanziarie, istituzioni e soprattutto uomini di calcio, arbitri e club, avendo in mano i rubinetti della liquidità finanziaria.

In questo corto teatrale di Giordano, la scrittura è imperniata sulle battute spiritose e sui quadri parodistici intrisi di comicità pulp, mettendo in ridicolo i tipi più caricaturali che allignano nella società.  I protagonisti, sono Coccodrillo, int. Renato Giordano, e il suo referente Gipsy, Franco Oppini, i quali con  abbigliamento vintage-coloniale si incontrano in una comoda quanto ovattata sala interna dentro un karaoke bar di Singapore, adibito anche a ufficio dove, inosservati, come fossero turisti, possono dedicarsi ai loro loschi affari.

Giordano, nel ruolo del boss-Coccodrillo, sorseggia Singapore Sling, il famoso cocktail inventato nella città asiatica dal barman del mitico Hotel Raffles, mentre segue le proiezioni internazionali di calcio; forte del suo strapotere economico, capace di decidere con una semplice  telefonata, comunica ai bookmakers come devono essere i risultati delle partite da lui appaltate.  Alquanto spazientito, con qualche attacco isterico, pronuncia strascicata e altisonante, dice  ai suoi interlocutori che lui sa “onorare” la cifra pattuita: “ Certo, certo, che i soldi ci sono, questo è chiaro, ma la cosa importante è che le partite devono andare esattamente come abbiamo deciso, chiaro sì? Okey !”.  Dunque l’argomento principe parte dai soldi, sovrastimandone  il giro di affari illegittimo ma…fisiologico come ossigeno e strumento di relazioni fittizie. Un deja vu: i soldi comprano il potere, il potere garantisce i soldi. Mentre in Europa si stanno giocando le partite che loro hanno taroccato, e che finiranno con l’over previsto, i due personaggi si lasceranno soddisfatti ballando e intonando la famosa canzone dei Nuovi Angeli: “Singapore, vado a Singapore, vi saluto belle signore…”

Ciò che colpisce in quest’allestimento è l’eccentricità paradossale delle situazioni, attraverso la brillante performance attorale estremamente dinamica dei due protagonisti, che con goffi ed esilaranti atteggiamenti costruiscono dosate miscele di parole e azioni in chiave metaforica e allusiva.  Un’interpretazione, la loro, estremamente critica e molto applaudita, il cui senso dell’humour è scenicamente costruito attraverso una divertente pantomima: ad ognuno il proprio ruolo e camuffamento.  Pur affrontando una tema scottante Renato Giordano, con la preziosa collaborazione di Franco Oppini – oltre che interprete, regista assieme all’autore – ha realizzato un insolito spettacolo con una scrittura  brillante, divertente, comunicativa, che ci aiuta a capire meglio   la piaga  delle truffe del calcio scommesse, che ancora oggi persiste, spesso incontrollata.

****

La ripresa video dello spettacolo è visibile sul blog   www.e-performance

Autore: admin

Condividi