Teatro alla Guilla, Palermo. Rassegna “Pane e Teatro”, dal 18 ottobre

 

Cartellone

 

Pane e Teatro

Rassegna di teatro, musica, danza, cinema

e spettacoli per bambini

 

Teatro alla Guilla

stagione 2014-2015

via Sant’Agata alla Guilla 18-Palermo (dietro la cattedrale)

 

 

Al via, sabato 18 ottobre, la quarta stagione del Teatro alla Guilla. La prima rassegna che unisce il teatro, la musica, la danza e il cinema alla solidarietà propone un nuovo calendario fitto di eventi. Anche quest’anno, a partire dal mese di dicembre, accanto alle serate con ingresso a pagamento, ci saranno alcuni eventi dedicati alla solidarietà.

Al posto del biglietto, in questi casi, gli spettatori, saranno invitati a portare a teatro generi alimentari di prima necessità a lunga conservazione che saranno donati alle famiglie in difficoltà della rete della Comunità di Sant’Egidio, di Santa Chiara, di Biagio Conte e dell’asilo di Madre Teresa che operano nei quartieri del Capo e dell’Albergheria. Quest’anno la solidarietà raddoppia perché anche nelle serate con ingresso a pagamento si inviterà il pubblico a portare a teatro almeno un genere alimentare: un pacco di pasta, di zucchero, di farina, ecc.

Già la scorsa stagione sono stati donati al quartiere oltre cento pacchi spesa e il Teatro alla Guilla è ormai un punto di riferimento per le famiglie bisognose che insieme agli spettacoli trovano anche la spesa. Il quartiere ha risposto facendosi avanti con alcuni sponsor. Fra gli altri il panificio Maniscalco che offrirà la pizza per alcune serate e il ristorante “Al Manar” che garantisce agli artisti una cena a costi contenuti per il dopo spettacolo.

Ma il Teatro alla Guilla è anche sinonimo di qualità artistica e di vocazione internazionale. La direzione artistica di Valerio Strati si avvale della collaborazione di Gianni Gebbia per la sezione musica, per la prima volta di Silvia Giuffrè per la danza e di Umberto Cantone per le proiezioni cinematografiche. La Guilla, quest’anno, lancia anche la campagna abbonamenti: 13 serate al costo di 80 euro, 8 serate a scelta al costo di 50 euro, solo musica a 38 euro. In omaggio per gli abbonati una serata a scelta fra le proiezioni.

Si parte sabato 18 ottobre con lo spettacolo “Perbacco” di e con Sandro Dieli. Storie e racconti sul vino che Dieli ha portato anche in Spagna con grande successo. Un progetto all’intero del “Teatro di appartamento”, curato dallo stesso Dieli. Si replica domenica 19 ottobre alla stessa ora. “Perbacco” è un viaggio che trasporta lo spettatore dal Caucaso, culla del vino, fino al Mediterraneo in una narrazione fitta e accattivante. Dalla Bibbia all’Ulisse di Omero. Il vino assurge perciò a strumento per la comprensione del mondo e diventa portatore di cultura e storia, accomunando gli spettatori in un racconto che ancora ci appartiene.

Per il teatro, dal 5 al 7 dicembre, è prevista la prima nazionale di “Her la King. Solo io, Arlecchino… e la maschera”, scritto e diretto da Claudia Puglisi con Cristina Coltelli per il Teatro alla Guilla (musiche Roberto Ferreri, immagini Dario Diego Marrone, scene Aurelio Ciaperoni, costumi Daniela Cernigliaro).

Lo spettacolo è vissuto e pensato come un viaggio. Viaggio che Arlecchino compie, prima di tutto in giro per il mondo, ma anche e sopratutto “in giro” nel teatro. Gli spettatori seguono Arlecchino in una sorta di rito iniziatico, lo accompagnano, nel passaggio tra l’infanzia e l’età adulta, tra la luminosa età dell’oro e l’epoca in cui viviamo, tra l’incoscienza del sogno e la coscienza del reale. Arlecchino, demone meridiano che fa da tramite tra vivi e morti, percepisce ed esperisce la realtà con l’unica arma a sua disposizione: l’io inadeguato del fool, attorno al quale la realtà si attorciglia e si disfà in un caos creativo che porta alla continua mutazione. Nello spettacolo tutto avviene per caso e in maniera rovinosa, anche il cambiamento, e persino lo svelamento della nuda realtà. Il viaggio di Arlecchino diventa il viaggio dell’umanità tutta nel suo eterno arrangiarsi, mutarsi e rinnovarsi.

Il 25 e il 26 ottobre è la volta della danza con “What’s inside?”, coreografia creata proprio per la Guilla da Silvia Giuffrè. Altri due sono gli appuntamenti con la danza: “Duo insaldo” di e con Alessandra Fazzino il 28 e il 29 novembre e “Trisomia solo” di Carlomauro Maggiore il 16 e il 17 gennaio 2015. Poi torna il concerto del Magnetic trio con Gianni Gebbia (“Prospero” 31 ottobre e primo novembre). Per la musica ci sarà anche Giorgia Meli, Davide Rinella, Roberto Mezzatesta e Laura Campisi. Il 30 e il 31 gennaio la musica incontra il teatro con “Beatnik jazz”, reading sulla Beat generation con Valerio Strati e Gianni Gebbia.

Novità di quest’anno le proiezioni cinematografiche a cura di Umberto Cantone dal titolo “Visioni differenti”. Si comincia con Carmelo Bene il 30 novembre alle 18. Poi altri due appuntamenti con Pier Paolo Pasolini e la Beat generation.

Spazio anche ai bambini con un ciclo di favole. Il primo appuntamento è il 27 e il 28 dicembre e il 4 e il 6 gennaio 2015 con “Marco e Alice sulla luna”, fiaba scritta e diretta da Sandro Dieli con Floriana Patti.

Autore: admin

Condividi