Redazionale- Assoc.Teatrale Comuni del Lazio- Bilancio della stagione appena conclusasi



Associazione Teatrale fra Comuni del Lazio




LA STAGIONE 2013/2014 SI CONCLUDE CON UN BILANCIO POSITIVO:

Lo spettacolo dal vivo come animadel territorio e risposta alla crisi economica

****


Fondato nel 1981, il circuito laziale unisce e valorizza le realtà territoriali di diversi comuni della Regione  che nella stagione 2013 I 2014 ha attivato un ventaglio di progetti multidisciplinari in dialogo costante con la richiesta di domanda di cultura del territorio. Un’offerta capillare di proposte artistiche per consegnare alla scena regionale un cartellone di qualità, variegato e diffuso, attraverso 16 teatri programmati con oltre 330 recite tra spettacoli di prosa, danza, musica e performance di teatro-scuola, che hanno coinvolto circa 120 imprese dello spettacolo.

Dimore storiche, beni paesaggistici, siti archeologici ed ancora musei e biblioteche, sono stati i luoghi scenici che hanno ospitato dalla drammaturgia contemporanea alla riscrittura dei classici, dalle attività di formazione e promozione del pubblico a percorsi laboratoriali, a cui si sono affiancate le proposte di teatro ragazzi con particolare attenzione alla crescita e alla valorizzazione delle esperienze locali. Ed infatti, senza tralasciare la primaria ispirazione di organismo preposto al sostegno della distribuzione di spettacoli ed alla programmazione di teatri e luoghi di spettacolo, l’A.T.C.L. ha ideato e realizzato una serie di interventi culturali per la promozione e il sostegno del lavoro di giovani compagnie che si occupano di teatro di innovazione, di danza contemporanea e di performance.

Ad esempio, ricordiamo la rassegna di Danza Contemporanea che ha programmato 20 spettacoli di 14 compagnie di danza in 9 comuni della Regione per un totale di 37 repliche. Il progetto Sentieri d’Ascolto per incentivare le creatività e le nuove drammaturgie, a sostegno del teatro di ricerca e dei linguaggi di sperimentazione dello spettacolo dal vivo. Ed ancora il primo progetto-pilota di Residenza Culturale a Montalto di Castro, un luogo permanentemente aperto e abitato dalla comunità, dagli artisti e dalle forze associative locali, che ha promosso numerose attività rivolte a un pubblico quanto mai vasto e eterogeneo.

A completare l’offerta teatrale di intervento e distribuzione delle compagnie di giro, la realizzazione di progetti di formazione del pubblico e di “educazione alla visione” rivolti al mondo della scuola e del pubblico più giovane con Piccoli Sentieri. Percorsi didattico-divulgativi che, nell’intento di utilizzare il teatro come strumento vitalizzante all’interno del mondo della scuola, hanno attivato circa 12 laboratori di didattica della visione negli Istituti Comprensivi del territorio, registrando la partecipazione di più di 4000 studenti in 7 dei comuni interessati dalla stagione.

Una strategia di intervento rivolta ad un pubblico eterogeneo per incontrarne le sensibilità più differenti, incoraggiarne lo scambio culturale e mobilitarne le creatività sommerse. Ed è proprio nell’ottica di un decentramento che favorisca il potenziamento degli spazi scenici, la circolazione degli spettacoli e le opportunità di formazione, che l’Associazione Teatrale fra i Comuni del Lazio si è posta importanti obiettivi progettuali per rispondere alla crisi e per attualizzare la funzione dell’ente quale centro di promozione all’avanguardia del panorama nazionale.

Il risultato è visibile e concreto come attestato dalla numerosa affluenza e dal grande consenso di pubblico che ha riscontrato oltre 53.000 spettatori per la stagione 2013I2014. A questi numeri si aggiungono le numerose presenze non quantificabili per le attività gratuite tra proiezioni, laboratori, letture, proiezioni, incontri con il pubblico.

 

-Ufficio Stampa a cura di Amelia Realino

Autore: admin

Condividi