Norma RANGERI*- Il corsivo.25 maggio: evitiamo scherzi, evitiamo l’astensione

 

 

 

 

Il corsivo



25 MAGGIO, EVITIAMO SCHERZI, EVITIAMO L’ASTENSIONE

Da parte nostra, l’invito a votare, possibilmente Tsipras

****


Quello per il parlamento europeo è, finalmente, un voto libero, un voto per scrivere sulla scheda (tornano le preferenze) il nome dei candidati che lo meritano, per determinare nuovi equilibri nel Vecchio Continente, per invertire la rotta della crisi. Molti di noi  si interrogano sull’utilità di un voto per Tsipras, come se, d’un tratto, le battaglie che la grande area della sinistra senza padre né partito, ha combattuto ogni giorno, in questi lunghi, interminabili, crudeli anni di crisi, dovessero dissolversi proprio al momento del voto per manifestarsi nell’esatto contrario: un consenso al Pd, a questo Pd

Fun­ziona, pur­troppo. Anche per le ele­zioni del 25 mag­gio, nell’elettore di sini­stra, ancora incerto se e chi votare, suona la sirena del “voto utile”. L’allarme popu­li­smo, il peri­colo della cop­pia Grillo-Casaleggio piglia­tutto è scat­tato, ali­men­tato dalla (intel­li­gente) pro­pa­ganda del Pd: per fre­nare l’ondata gril­lina, la diga è Renzi, solo lui ci salverà.

Poco conta che votiamo per sce­gliere se vogliamo Schulz o Tsi­pras alla pre­si­denza della Com­mis­sione euro­pea, che non andiamo al seg­gio (più o meno fati­co­sa­mente, poco o molto con­vinti) per turarci il naso (ancora?) e votare un par­tito o una mag­gio­ranza o un pro­gramma di governo del nostro paese.

Quello per il par­la­mento euro­peo è, final­mente, un voto libero, un voto per scri­vere sulla scheda (tor­nano le pre­fe­renze) il nome dei can­di­dati che lo meri­tano, per deter­mi­nare nuovi equi­li­bri nel Vec­chio Con­ti­nente, per inver­tire la rotta della crisi. Dun­que un voto con­creto, cer­ta­mente. Ma anche l’espressione di un desi­de­rio di cam­bia­mento, un’idea di altra eco­no­mia, una spe­ranza di libertà per una società metic­cia e aperta.  Come se le battaglie che la sinistra ha combattuto ogni giorno in questi crudeli anni di crisi dovessero dissolversi al momento del voto

Invece, intorno a noi, prende quota il timore su quel che acca­drà il giorno dopo nel nostro cor­tile. Le per­sone si inter­ro­gano sull’utilità di un voto per Tsi­pras, come se, d’un tratto, le bat­ta­glie che la grande area della sini­stra senza padre né par­tito, ha com­bat­tuto ogni giorno, in que­sti lun­ghi, inter­mi­na­bili, cru­deli anni di crisi, doves­sero dis­sol­versi pro­prio al momento del voto per mani­fe­starsi nell’esatto con­tra­rio: un con­senso al Pd, a que­sto Pd, che porta in Europa la ban­diera della più odiosa pre­ca­rietà, che si appre­sta a bene­dire la grande intesa tra Jun­ker e Schulz (il patto, tutto tede­sco, già deciso) pra­ti­can­dola con sod­di­sfa­zione già in Ita­lia con un pezzo del centrodestra.

Tut­ta­via, chi ha dubbi, su se e chi votare, dovrebbe riflet­tere oltre che sul ruolo impor­tante (e, a seconda delle dimen­sioni, deci­sivo) di un’affermazione di Tsi­pras in Europa, anche su un suc­cesso della Lista di sini­stra in Italia.

Sull’effetto bene­fico, con­tro­cor­rente, che il gio­vane greco gio­che­rebbe pro­prio sulle scelte, molto tede­sche e poco medi­ter­ra­nee, di Mar­tin Schulz, come sul pun­golo che una forza di sini­stra eser­ci­te­rebbe sulle scelte del Pd (indi­riz­zate già a un raf­for­za­mento dell’asse di governo con Alfano). Né sono fan­ta­sie le ragioni, com­pren­si­bili, di Sel di inter­pre­tare l’esito elet­to­rale della Lista Tsi­pras per con­fer­mare o con­trad­dire la sof­ferta scelta dell’ultimo con­gresso, quando una parte del par­tito di Ven­dola voleva schie­rarsi con Schulz e poi tor­nare all’alleanza con il Pd nau­fra­gata mala­mente alle ultime ele­zioni poli­ti­che. Se la Lista non dovesse supe­rare age­vol­mente la soglia del 4%, la sirena pid­dina suo­ne­rebbe più forte.

Al con­tra­rio, un’affermazione di Tsi­pras aiu­te­rebbe, dopo tanti anni di afa­sia, l’avvio di un’alternativa, utile anche a fre­nare la deriva poli­tica del par­tito di Renzi. (*ilmanifesto.it)

 


Autore: admin

Condividi