Vincenzo SANFILIPPO- Il sonno negato (Al Vascello di Roma, “Insonnia”, regia di T.Larsen)



 

La sera della   prima


 

IL SONNO NEGATO

“Insonnia”  Passo teatrale per due ragazze e un pianista-   Tra musica, movimento ed emozioni. Regia di Tage Larsen, con Irene Cioni, Mia Theil Have. Musiche dal vivo Nikola kodjabashia. Costumi Luis F. Carvalho, disegno luci Stuart Glover. Roma.Teatro Vascello

*****

Attraverso la scelta di un tema “ansiogeno”,  come può esserlo l’insonnia con tutti i relativi risvolti, viene costruita una performance di teatrodanza satura di situazioni umoristiche, ironiche, seducenti e per lo spettatore godibili in quanto allusive al nostro vivere contemporaneo,  caratterizzato da elevata tensione emotiva, stress, ansietà, spossatezza, preoccupazione professionali e quant’altro. In un’ora circa di spettacolo creativamente contorsionistico i dialoghi non esistono, le due attrici comunicano  con il pubblico attraverso il recupero di una dimensione primordiale del rapporto tra gestualità e azioni e tra sguardi e silenzi.

Ma nello spettacolo s’intravede un sottotesto letterario è viene percepito attraverso la ricca letteratura di testimonianze di celebri insonnie, da  Gustave  Flaubert  a Emily Dickinson: “… la notte è il mio giorno favorito.  Piace il silenzio, l’assenza  di rumori.  Attendo l’ispirazione del suono”.  Brano di sottile poesia poiché la dimensione sonora è data dal pianoforte di scena che accompagna, evidenzia, cadenza le molteplici gestualità, il tempo e il movimento delle  azioni. Perciò il godibile commento musicale dal vivo asseconda il ritmo calzante parossistico e nevrotico  delle due silenziose performer.  I brani digitati sulla tastiera, perfettamente aderenti, sono giocoforza accentuati e saturi di humour per via di alterazioni costanti con momentanee “acciaccature”  e pedalate timbriche inferte dall’estroso pianista.

Naturalmente è una partitura musicale  che dà senso alle movenze allegoriche delle due danza- attrici, le quali, attraverso la costruzione di forsennate “gags”, in un incessante cambiamento di figurazioni/composite – oltre che per un certo intrinseco eclettismo sul piano semantico/linguistico – lasciano la possibilità al pubblico di decifrare “il sonno negato”, quello di accogliere le azioni e le situazioni che i protagonisti creano per non cadere nell’oblio .

‘Insonnia’ è lo spettacolo più recente della Riotous Company, fondata nel 2007 dalla regista danese Mia Theil Have, ex attrice dell’ ensemble principale di Odin Théatre di Eugenio Barba. La compagnia crea spettacoli di grande e piccola scala collaborando con artisti, musicisti, danzatori, attori, scrittori e designer internazionali. Recenti produzioni sono state create in collaborazione con festival e compagnie a Cuba, in Sud Africa, in Nepal, in Palestina, in Portogallo, in Macedonia, in Danimarca e in United Kingdom.

Prolungati applausi per questo spettacolo  coinvolgente, vissuto come un viaggio fra i diversi stili e generi di musica, danza e teatro.

Autore: admin

Condividi