Teatro di Documenti, Roma- “I menemi” di M.Pirrotta, regia di W. Manfrè (29 aprile)


 

 

Cartellone



Teatro di Documenti Roma

 

I MENENI

Il 29 aprile al Teatro di Documenti approda lo spettacolo scritto da Massimiliano Perrotta,per la regia di Walter Manfrè, a cui partecipano i migranti ospiti del Cara di Mineo

****

Un teatro che metta in scena culture diverse, in nome dell’integrazione come valore fondamentale: questa l’ambizione del Teatro Mediterraneo, nato in Sicilia nel territorio del Calatino che da diversi anni ospita il più grande CARA (Centro di Accoglienza per Richiedenti Asilo) d’Europa e vede la presenza di numerosi SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati). Martedì 29 aprile, alle ore 20.45 al Teatro di Documenti, approda a Roma “I meneni”, spettacolo di debutto del Teatro Mediterraneo, scritto da Massimiliano Perrotta e diretto da Walter Manfrè. Lo spettacolo racconta gli abitanti di Mineo, i meneni appunto, una comunità dalle radici antiche oggi in trasformazione, con un filo di mistero che lega le diverse situazioni.

La pièce è interpretata dagli attori Orazio Alba, Salvino Calatabiano, Federica Gumina,  Matilde Masaracchio, Roberto Pensa, Enrico Sortino, Sergio Spada, Fabrizio Spedale, Luana Toscano, Ketty Volpe, e dai migranti ospiti del Centro di Accoglienza: Alagie, Anifa, Bhuiyan, Bubacarr, Fadera, Nasimul, Luchy. La realizzazione delle scenografie è a cura di Verdiana Girolami e Sara Nussberger. Il progetto, promosso dal Consorzio sociale Sol.Calatino e dal Consorzio pubblico costituito dai comuni del comprensorio, “Calatino Terra d’Accoglienza”, in collaborazione con il CARA di Mineo, con il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, della SIAD (Società Italiana Autori Drammatici) e da La Cascina Global Service, vuole favorire «attraverso la rappresentazione teatrale, una forma di confronto tra culture diverse che vede come protagonisti attori professionisti e ospiti del Cara.

L’intento è quello di promuovere il pluralismo e la diversità come opportunità di crescita umana, ponendo quale scopo fondamentale quello di affrontare il crescente multiculturalismo derivante dal processo di migrazione» afferma Anna Aloisi, Sindaco del Comune di Mineo e Presidente del Consorzio “Calatino Terra d’Accoglienza”. Martedì 29 aprile alle ore 11 alla Camera dei Deputati (Palazzo Marini, Sala della Mercede) avrà luogo un “Incontro di presentazione del Teatro Mediterraneo – Un progetto di teatro interculturale nel cuore della Sicilia”. Moderati da Stefano Folli, firma de “Il Sole 24 Ore”, interverranno Anna Aloisi, Presidente del Consorzio “Calatino Terra d’Accoglienza”; Paolo Ragusa, Presidente del Consorzio Sol.Calatino S.C.S.; Massimiliano Perrotta, Direttore artistico del “Teatro Mediterraneo”; Rosario Altieri, Copresidente ACI e Presidente di AGCI (Associazione Generale Cooperative Italiane); Gianfranco Marocchi, Presidente del Consorzio Nazionale “Idee in Rete”; Eugenio De Crescenzo, Presidente nazionale di “AGCI Solidarietà”; il drammaturgo e critico teatrale Maricla Boggio; il regista Walter Manfrè; Matteo Orfini, membro della Commissione Cultura della Camera dei Deputati; Giuseppe Castiglione, Sottosegretario di Stato.

«Il “Teatro Mediterraneo” si pone come obiettivo quello di diventare il più grande contenitore artistico-culturale in cui si possano confrontare le identità dei popoli mediterranei. Portando in giro per l’Italia questo “esperimento” vogliamo far si che l’arricchimento culturale non sia soltanto patrimonio del nostro territorio ma dell’intera nazione» conclude Paolo Ragusa, Presidente del Consorzio Sol.Calatino S.C.S.

 

-Florinda Perrotta Ufficio stampa Sol.Calatino 340/1406795 ufficiostampa@solcalatino.it

 

Autore: admin

Condividi