Gianfranco MIGLIO- Hollande, i ‘galli’ vanno in moto



Il corsivo


HOLLANDE, LA GRANDEUR IN KAWASAKI

Adultero intraprendente e fantasioso

****

  1. Il Presidente francese Francois Hollande, si è fatto beccare dopo che da due anni intesseva una tresca con l’attrice Julie Gaynet. La rivista Closer, quella che ha scoperto gli altarini, sostiene che ” tra i due c’è una vera passione che ha messo a soqquadro le loro vite e che li fa incappare in rischi folli” . Come la maniera rocambolesca inventata dal Presidente per vedere di nascosto la bella Julie.
    Quando poteva, Mr. Hollande inforcava una moto  di grossa cilindrata e, protetto completamente da un casco fumée che lo rendeva anonimo motociclista, si recava nell’abitazione dell’attrice, al numero 20 dell’VIII Arrondissement, a due passi dall’Eliseo.
    Bellissima storia d’amore, davvero romantica, contornata da altre voci -incontrollate ma insistenti- che vogliono Hollande uno sciupafemmine incorreggibile. E ‘utilizzatore’ più o meno finale di una garçonniere intestata ad un ‘maluommo’ del giro marsigliese. Questa cosa danneggia notevolmente l Italia che, attraverso le puttanate di Berlusconi, si era fatta un buon nome all’estero. Sembra che al confronto di Hollande, il Nano Asfaltato risulti un novellino. Anche perché Hollande non finanzia “olgettine” e ruffiani al seguito. Quando si dice ” la grandeur ” francese! Gli italiani, invece, per ogni freccia di Cupido sollazzata in alcova squilli di tromba  e alzabandiera per il volgo. Miserevoli ed esibizionisti come ‘galli’ di zio Brancati. (O no? La stirpe ‘gallica’ -come almanaccava Giulio Cesare-fu quella da cui derivarono i disinvolti cugini d’oltralpe. Lasciando a noi i polli di Renzo….ma questa è un’altra storia)

Autore: admin

Condividi