Dorme sulla collina- Puccio Corona, giornalista


 

Dorme sulla collina


PUCCIO CORONA

Puccio Corona


****

Lutto nel mondo del giornalismo. Il  giornalista Rai Puccio Corona si è spento a Roma nel pomeriggio del 31 dicembre. Lo rende noto il collega e amico di sempre Paolo Di Giannantonio. Corona, 71 anni, nel corso della sua lunga carriera in Rai è stato tra l’altro conduttore di Lineablu e Uno Mattina oltre che storico inviato di Tutto il calcio minuto per minuto e poi per Speciale Tg1. La morte di Puccio Corona, uno dei volti più familiari della tv, ha suscitato il cordoglio in tutto il mondo del giornalismo ed in particolare alla Rai e al Tg1. Nato a Catania il 9 aprile del 1942, aveva 71 anni. È stato conduttore di Unomattina, Lineablu e, prima ancora, volto storico di «Tutto il calcio minuto per minuto». Inviato speciale in Italia e all’estero, in particolare si ricorda una sua inchiesta sulle vittime dell’immigrazione clandestina, la strage di Porto Palo, che anticipò di anni argomenti che sono oggi di tragica attualità. Ai suoi familiari, a Elvira, le condoglianze dei colleghi del Tg1.

L’Usigrai ricorda in una nota Puccio Corona, «uno dei volti storici della Rai» spentosi questo pomeriggio a Roma. «Aveva 71 anni ed aveva cominciato nella sua città, Catania. Fratello di Vittorio Corona, anche lui giornalista – ricorda il sindacato dei giornalisti Rai – Puccio si era fatto conoscere come uno dei volti di ‘Tutto il calcio minuto per minutò di Paolo Valenti e Maurizio Barendson. Trasferitosi a Roma, al Tg1 aveva sostituito Piero Badaloni alla conduzione di Unomattina. Aveva poi ideato e guidato »Linea Blu« per diversi anni. Come inviato è stato in Medio Oriente e nei Balcani. Per Speciale del Tg1 e per Tv7 ha realizzato inchieste e reportage in Italia e all’ estero. In particolare si ricorda la sua inchiesta sulle vittime dell’immigrazione clandestina nel Canale di Sicilia, sulla cosiddetta ‘Strage di Porto Paolò, che anticipò di anni temi che sono oggi di tragica attualità. Ai suoi familiari, ad Elvira, le condoglianze dei colleghi della Rai».

Autore: admin

Condividi