Peter O’ Toole,si chiude il sipario di un genio insofferente

 

 

Lutti


PETRE O’ TOOLE

Si chiude il sipario di un genio insofferente

****

O’Toole è morto ieri in un ospedale londinese, ha specificato l’agente, ma la famiglia ha voluto dare la notizia solo oggi. L’attore, che era riuscito a sopravvivere ad un cancro allo stomaco negli anni ’70, soffriva «da un po’ di una malattia», ha riferito Kennis senza entrare nei particolari.

O’Toole, entrato nel firmamento delle stelle grazia alla sua visionaria e magistrale interpretazione del colonnello T. E. Lawrence, si mostrò al meglio in alti film come «Becket ed il suo re», al fianco di Richard Burton (1964), «Goodbye, Mr. Chips» (1969), «La classe dirigente» (1972).

Inizialmente quando la Academy Award decise di riconoscere i suoi meriti attribuendogli l’Oscar lalla Carriera nel 2003, O’Toole si offese e avvertì che non l’avrebbe ritirato. Poi i figli vinsero la sua ritrosia e scontrosità e lo convinsero. La sua carriera iniziò, come di tradizione nel Regno Unito, dal teatro in ruoli shakespeariani. L’esordio al cinema nel 1960 con «Il ragazzo rapito» e solo due anni dopo il trionfo con «Larewnce d’Arabia»

Autore: admin

Condividi