Teatro Eliseo di Roma. Dal 17 dicembre “Lavita è una cosa meravigliosa” di e con C. Buccirosso

 

 

 

 

 

TEATRO ELISEO

 

17 dicembre 2013  | 5 gennaio 2014

 

CARLO BUCCIROSSO

In La vita è una cosa meravigliosa…

scritto e diretto da Carlo Buccirosso

(Tratto da Vogliamoci tanto bene)

 

In scena (in ordine di entrata):

Peppe Miale, Mario Porfito, Irene Grasso, Antonella Morea, Maria Del Monte, Serenella Tarssitano, Giordano Bassetti, Sergio D’Auria, Davide Marotta.

 

Scene Gilda Cerullo  Costumi Zaira De Vincentis
Disegno luci Francesco Adinolfi
Compagnia Enfi Teatro

Produzione Michele Gentile

Produzione esecutiva Alessandro Alfieri

 

Sarà in scena al Teatro Eliseo dal 17 dicembre 2013 al 5 gennaio 2014 lo spettacolo scritto, diretto ed interpretato da Carlo Buccirosso: La vita è una cosa meravigliosa…

In scena (in ordine di entrata):  Peppe Miale, Mario Porfito, Irene Grasso, Antonella Morea, Maria Del Monte, Serenella Tarssitano, Giordano Bassetti, Sergio D’Auria, Davide Marotta.

****

In un mondo che ha ormai smarrito i valori rassicuranti dell’anima, le certezze più confortevoli, le ancore di salvataggio di un’esistenza sempre più simile ad una lotta per la sopravvivenza, in cui lo stato e gli uomini chiamati a rappresentarlo appaiono sempre più come fantasmi in cerca di legalità ed onestà decedute da tempo, la fuga dal rapporto sociale ed il rifugio tra le proprie mura domestiche appaiono soluzioni tristemente indispensabili per la ricostruzione della dignità ed il rafforzamento della propria fede, quella che tiene unito l’uomo al proprio nucleo familiare come un cordone ombelicale indissolubile! E sarà forse a quel punto che anche la più gigantesca, la più insuperabile, la più inesorabile delle crisi di un intero paese, forse di una intera umanità, sarà lasciata alle spalle come un ciclone che si allontana funereo e spietato a far danni in qualche altra parte del mondo, mentre la tua allegra famigliola, stretta a te,  ti sorride felice, fiduciosa, rinsavita e speranzosa, consapevole e rigenerata, dal ritorno tra le mura confortevoli del proprio bunker familiare!

La riconquista della propria vita, straziata e mortificata,  poi restituita da un cumulo di macerie alle quali nemmeno il più insensibile degli esseri umani sarebbe stato capace di sopravvivere! Sembra la trama di un costoso film catastrofico hollywoodiano, e invece è solo la piccola squallida trama della vita del nostro misero paese…!

Autore: admin

Condividi