Dorme sulla collina. Little Tony, musicista, cantante

 


Dorme sulla collina


LITTLE TONY

Little tony cuore matto film.jpg

 

Musicista, cantante


La musica italiana ha perso uno dei suoi protagonisti storici: il re del rock ‘n roll made in Italy Little Tony. Antonio Ciacci, questo il suo vero nome, è morto lunedì a 72 anni a causa di un tumore alle ossa. Tre mesi fa era stato ricoverato nella clinica Villa Margherita, nella capitale. Originario di Tivoli, da ragazzino inizia a cantare nelle balere e nei locali di avanspettacolo dei Castelli Romani. A soli diciott’anni l’impresario inglese Jack Good lo nota e lo porta nel Regno Unito. Qui nasce il gruppo ‘Little Tony and his brothers’ ed è qui che prende il via la sua immensa passione per il rock and roll e per l’America di Elvis Presley. Sono gli anni di ‘Johnny B.Good’ e ‘Lucille’.

Ma nel 1961 è il palcoscenico di Sanremo a portarlo alla ribalta: in coppia con Adriano Celentano canta ‘Ventiquattromila baci’. Il successo è immediato: la canzone è seconda al Festival e diventa uno dei classici della musica italiana. Nel 1966 con ‘Riderà’ vende circa un milione di copie e nel 1967 torna a Sanremo con ‘Cuore matto’, la canzone che diventerà il suo segno di riconoscimento e che rimarrà in vetta alle classifiche italiane per ben dodici settimane. Impossibile non ricordare ‘La spada nel cuore’ cantata al Festival con Patty Pravo nel 1970, così come ‘Profumo di mare’, sigla della fortunata serie tv degli anni Ottanta ‘Love Boat’.

“E’ stata la colonna sonora del pop italiano, con lui se ne va davvero un mondo’‘ ha commentato con affetto Renzo Arbore.

I funerali di Little Tony sono stati fissati per giovedì 30 maggio nel santuario della Madonna del Divino Amore a Roma.(euronews)

Autore: admin

Condividi